Sea: “Sempre più attenti all’ambiente”

Presentato il Bilancio Ambientale 2007. Soddisfatto il prsidente di Sea Giuseppe Bonomi, affiancato dall'assessore regionale Davide Boni

Sea, società di gestione degli aeroporti di Milano, ha presentato ai rappresentanti degli enti locali limitrofi agli aeroporti di Linate e Malpensa, la terza edizione del Bilancio Ambientale del gruppo per l’esercizio 2006. Il documento, presentato dal presidente di Sea, Giuseppe Bonomi, rappresenta il rendiconto puntuale dell’attività della società nel proprio impegno di preservare e tutelare l’ambiente. Sea, infatti, cosciente di essere uno dei principali protagonisti dello sviluppo economico della Lombardia non può prescindere da una precisa responsabilità verso il territorio sul quale gli aeroporti di Milano insistono e, di conseguenza, si è impegnata per divenire un esempio di eccellenza in materia di sviluppo sostenibile che contempli, accanto alla crescita delle proprie attività produttive, anche la salvaguardia e la tutela del patrimonio ambientale. Un importante traguardo e nel contempo uno stimolo per perseguire con ancora maggior impegno questa ambizione si è consolidato con il rilascio da parte di Tuv Italia della certificazione ambientale Iso 14001, per entrambi gli scali, che sancisce la capacità della società di gestione di operare in conformità alle migliori pratiche ed in conformità con i dettami delle normative. 

Il Bilancio Ambientale, per la prima volta presentato pubblicamente, presenta dati che sottolineano come gli aeroporti di Milano si siano dimostrati all’avanguardia in Europa nello specifico dei vari aspetti sotto sintetizzati. Vari gli aspetti che Bonomi, affiancato dall’assessore regionale Davide Boni, ha evidenziato: «Per monitoraggio acustico abbiamo 18 centraline a Malpensa e 6 a Linate, infrastruttura che si qualifica come la migliore in Italia e la terza a livello europeo dopo Amsterdam e Francoforte – ha detto Bonomi -. Il rumore negli aeroporti di Linate e Malpensa viene rilevato tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24, in collaborazione e sotto controllo dell’Arpa e Sea è l’unica società di gestione aeroportuale in Italia a pubblicare mensilmente sul proprio sito i risultati del monitoraggio del rumore. Per quanto riguarda l’energia, i due scali sono autosufficienti grazie alla controllata Malpensa Energia, che produce anche in eccesso, tant’è che vendiamo ai Comuni limitrofi garantendo il fabbisogno di 35 mila famiglie. E poi siamo all’avanguardia per ciclo dei rifiuti, raccolta differenziata, autosufficienti per quanto riguarda le risorse idriche (nel 2006 il prelievo complessivo di acqua è stato di 2.077.614 mc nello scalo di Malpensa, di 2.062.642 mc nello scalo di Linate e, nel corso del 2007, i valori si attestano sugli stessi livelli, sostanzialmente inferiori alla disponibilità dei pozzi). Abbiamo creato un ufficio ad hoc per monitore l’ambiente e per i rapporti con il territorio. Con questo bilancio diamo un altro segnale di attenzione a questo tipo di tematiche e al territorio».  

«Il lavoro di Sea si integra con quanto sta facendo la Regione – ha detto Boni -: la relazione con i sindaci del territorio è costante, così come quello con la Provincia per il piano Malpensa. La delocalizzazione è giunta al seconda bando, stiamo lavorando per creare un’area di salvaguardia proiettata nel lungo periodo, per evitare di ritrovarci tra dieci-venti anni con costruzioni a ridosso dello scalo. Incontrerò i sindaci del Cuv: sono convinto che le politiche di armonizzazione e il rapporto con il territorio siano compiti della Regione. Malpensa è per noi una risorsa ed un’infrastruttura fondamentale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.