Sequestrati chupa chups al “gusto” cocaina

Non solo bossoli e libri: la multinazionale della droga nascondeva la polvere anche nelle caramelle

Fino a ieri la consideravamo la caramella innocente e pura dei bimbi, che al massimo poteva portare qualche carie. Diversi, però, sono i chupa chups sequestrati dai carabinieri di Milano nella notte. Caramelle contenenti cocaina, che si uniscono ad altri metodi di trasporto più "tradizionali" usati dalla multinazionale della droga, sgominata con l’operazione "Trans Oceanic". Il doppio fondo di una valigia, qualche libro, dei soprammobili o gli ovuli da ingerire: tutto serviva a trasportare le droghe commerciate dalla banda di sudamericani nel cuore di Milano.

La cocaina era barattata ad Amsterdam in cambio di ecstasy, per poi rientrare nel circuito europeo. 73 le persone arrestate, in particolare ieri sera sono finite in manette cinque persone. Due ecuadoriane (34 e 35 anni), una peruviana (45) e due ecuadoriani di 42 e 38 anni.

Oltre venti le perquisizioni domiciliari: una base,come sappiamo, era anche a Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.