Sequestrato cantiere, dieci denunce

Le ispezioni in un cantiere di via Corbetta: enormi irregolarità che potevano costare la vita ai lavoratori

E’ stato sequestrato nella giornata di oggi, mercoledì 24 ottobre, un cantiere edile in via Corbetta 2 a Busto Arsizio. Un gruppo ispettivo composto da ispettori del lavoro e da Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro. Gravi le irregolarità contestate che hanno portato al sequestro con denuncia all’autorità giudiziaria di 10 persone "dal committente ai datori di lavoro fino al coordinatore della sicurezza". Il cantiere, secondo quanto comunicato dall’ispettorato del lavoro aveva una gru mancante della comunicazione obbligatoria preventiva di installazione facendo rischiare al manovratore la folgorazione per interferenza con i cavi dell’alta tensione, i ponteggi erano stati costruiti artigianalmente senza il cosiddetto Pimus (piano installazione montaggio, uso e smontaggio) e senza i corretti ancoraggi alla base e planari. La struttura è risultata ai controlli "instabile e a rischio collasso verticale e orizzontale" con rischio di cadute dall’alto. Irregolarità e mancanze sono state riscontrate "anche per l’impianto elettrico e nella documentazione tecnica obbligatoria di cantiere". In cantiere, al momento dell’ispezione, erano impegnati dieci operai.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.