Sorpreso a rubare dà in escandescenze, arrestato

L'uomo, fermato per un'identificazione dalla Volante, ha reagito in malo modo. Prima di essere arrestato è riuscito a danneggiare l'auto e la cella di sicurezza

Aveva tentato di rubare al supermercato, la Polizia voleva solo identificarlo ma lui ha dato in escandescenze e lo hanno arrestato. A.K, marocchino classe ’79, poteva cavarsela con un’identificazione ma la rabbia ceca lo ha portato dritto in carcere. Scoperto a rubare ieri pomeriggio, mercoledì 24 ottobre, da un impiegato del Penny market di via Crispi è stato fermato in attesa della volante della Polizia che ha tentato una normale identifiazione. Appena avvistati gli agenti l’uomo ha cominciato a insultarli e a danneggiare il supermercato sostenendo di essere italiano e di non aver fatto nulla. Caricato sull’auto è riuscito a danneggiarla all’interno a pedate ed è stato così chiuso in camera di sicurezza. Nonostante gli inviti alla calma ha distrutto parzialmente la porta e spaccato il pulsante per la chiamata d’emergenza. In poche ore ha aggravato la sua posizione al punto tale che è stato accusato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, furto e danni al supermercato. Con tale sfilza di imputazioni è stato trasferito in carcere e processato per direttissima stamattina. L’uomo aveva un permesso di soggiorno in attesa di essere rinnovato e ora rischia l’espulsione dal territorio nazionale.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.