Studenti d’Europa si confrontano all’istituto Stein

Polacchi, tedeschi e lituani sono in visita per una settimana ai ragazzi della IV C dello scientifico all'interno del progetto Comenius

Lituani, polacchi, tedeschi sono ospiti dell’istituto Stein di Gavirate. Si tratta della seconda visita all’interno del progetto Comenius: "Europe a house for all cultures" finanziato dall’Unione Europea per far crescere una consapevolezza unitaria.

Protagonisti del progetto sono 17 ragazzi stranieri ( sei polacchi, sei lituani appartenenti alla minoranza russa e cinque tedesci) e l’intera classe IV C del liceo scientifico: «Si tratta di un progetto che accomuna esponenti con storie comunitarie di tempi diversi – spiega il dirigente Domenico Squillace – gli italiani e i tedeschi sono europei della prima ora, a cui si sono aggiunti i lituani e poi i polacchi».

«Dopo la conoscenza reciproca, con le culture e le abitudini diverse nella stessa Europa – racconta la docente tedesca Beate Oethinger del ginnasio di Heilbronn vicino a Stoccarda – quest’anno i ragazzi si concentreranno sugli extracomunitari che si stabiliscono nei nostri paesi. L’intenzione è quella di capire le diversità e la complementarietà delle diverse origini per un processo di integrazione». ( nella foto due ragazzi lituani in abiti tradizionali)

Proprio con lo spirito della conoscenza e dell’approfondimento, i ragazzi saranno ospiti martedì della comunità Valdese.
La prossima primavera, gli studenti dello Stein visiteranno la Lituania mentre a giugno, a scuola ormai conclusa, saranno ospiti dei compagni tedeschi: «Credo molto nel valore di queste iniziative – ha commentato il preside ( nella foto) – in un continente come il nostro, macchiato da profondi odi e guerre nel secolo scorso, trovo assolutamente indispensabile gli sforzi che fanno sia l’Unione europea sia le scuole per far incontrare i giovani. I momenti di socializzazione, infatti, non si limitano a queste visite reciproche, ma proseguono negli anni con lavori realizzati insieme e con continui contatti tramite internet».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.