Tuozzo: «Autovelox, utilizzati per fare cassa veloce»

L'esponente dei DS critica l'utilizzo da parte dell'amministrazione dell'autovelx sulla provinciale del lago

Si riaccende la polemica politica a Gavirate attorno al tema della vigilanza stradale. L’esponente dei DS Marco Tuozzo torna a puntare il dito contro l’amministrazione sulla gestione degli autovelox, del traffico sulla provinciale del lago e sulla "diaspora" degli agenti della polizia locale:« È ora di dire basta ad una
spregiudicatezza politica che, utilizzando il tema della sicurezza sulle
strade, punta, invece, a fare cassa con gli autovelox. La violazione del codice
della strada più che una multa è diventata una tassa.
Se il problema della SP1 a
Gavirate sono le lunghe code nelle ore di punta provocate dal traffico pesante
e dai semafori sparsi un po’ qua e là, mi domando, allora, che centra
posizionare autovelox mobili.
Se la velocità è pari al “passo
di lumaca” è inutile, a questo punto, far stazionare due o tre agenti come
belle statuine dietro la macchinetta fotografica. Piuttosto, li si utilizzi per
regolare il traffico e decongestionare la coda. A meno che gli autovelox non
vengano posizionati nelle ore dove il traffico e le code non ci sono più.
In tal caso il vice sindaco Foti
sta prendendo in giro i cittadini perché sulla stampa, con i soldi stanziati
dalla Provincia, tenta di apparire come il “salvatore dal traffico”, ma tra le
strade si trasforma nel “multatore solitario”.
Ci spieghi, piuttosto, come mai a
Gavirate è in corso la fuga degli agenti di polizia locale verso altri comuni.
Ci illumini, invece, su come intende porre rimedio a questo grave problema di
sicurezza pubblica che è frutto del fallimento dell’azione politica e
amministrativa della maggioranza di centrodestra.
Per dirla tutta, la Giunta non è nuova ad
azioni amministrative degne dello stesso biasimo. A distanza di mesi sono,
infatti, ancora centinaia i cittadini che si lamentano per il parcheggio a
pagamento sul lungolago. Sempre di più c’è distanza tra la
città che il centrodestra dice di rappresentare ed i cittadini che, al
contrario, si sentono trattati come limoni da spremere».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.