Uccise Meggiorin, 30 anni di carcere a Mnela

Processo d'appello per Vladimir Mnela, già condannato in primo grado per il delitto di Besano

Trent’ anni di carcere per l’omicidio Meggiorin. La corte d’appello ha confermato la pena a Vladimir Mnela, l’albanese che accoltellò a morte il barista di Besano nel giugno 2005

La vittima, secondo la ricostruzione dell’accusa, era intervenuta per sedare una rissa fuori dal locale, una lite che era iniziata all’interno, e alla fine era degenerata con le coltellate inflitte dal giovane albanese. Un altro ragazzino albanese, minorenne all’epoca dei fatti, era stato già condannato a 9 anni e 4 mesi.

Nei giorni seguenti al delitto, gli amici di Meggiorin, ultras legati al tifo organizzato, diedero vita a due manifestazioni di protesta contro l’immigrazione clandestina. La prima si concluse con il pestaggio di alcuni albanesi incontrati casualmente in via Morosini a Varese. La seconda terminò con un corteo pacifico e silenzioso, che seguì la cerimonia funebre di Besano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.