Un dairaghese arciprete del Duomo di Monza

Monsignor Silvano Provasi, già parroco a San Giuseppe (Busto Arsizio), è da alcune settimane arciprete presso l'antica e prestigiosa sede episcopale monzese

Il dairaghese monsignor Silvano Provasi, 58 anni, è da alcune settimane il nuovo arciprete del Duomo di Monza, incarico in cui è subentrato a monsignor Dino Gariboldi, dimissionario per motivi di età. Monsignor Provasi, nato sotto il Comune di Arconate al tempo in cui Dairago non aveva ancora riottenuto l’autonomia amministrativa, era sino ad ora – da sette anni – vicario episcopale della zona V (Monza e Brianza) e viene sostituito nel ruolo da don Armando Cattaneo; in precedenza aveva retto la Parrocchia San Giuseppe di Busto Arsizio.


L’ingresso ufficiale del sacerdote dairaghese nella nuova sede ha avuto luogo domenica 30 settembre, ad un mese esatto dalla nomina e nella festività della dedicazione della chiesa a San Giovanni Battista, con una celebrazione alla quale non potevano mancare gli amministratori pubblici non solo monzesi, ma anche dairaghesi – sindaco di Dairago, Pier Angelo Paganini, in testa -, nonché gli amici di sempre, giunti a Monza in pullman.

Eloquenti le prime parole del neoarciprete nel Duomo denso di storia (l’edificio fu voluto da Teodolinda, regina dei Longobardi, nel 595) e di tradizioni: «Chiamatemi semplicemente “don Silvano”, tutti gli altri titoli stanno bene solo sulla carta intestata». E ancora: «Opererò nel segno di un costante dialogo e della collaborazione con la città per il bene comune. A questa città, ai suoi governanti e a chi fa fatica a vivere sarà sempre dedicata la mia preghiera»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.