“Un plauso agli agenti, il loro impegno è costante”

Assicurazioni falsificate, patenti scadute, idrocarburi nel Sorgiorile: ecco tutti i controlli e gli interventi della Polizia Locale di Gallarate nel mese di settembre

Documenti falsi alla guida e mancanza di permessi di soggiorno. Ma anche accertamenti e interventi per evitare pericoli di inquinamento: queste gli interventi di maggior “peso” della Polizia Locale di Gallarate, a seguito dei controlli effettuati nel mese di settembre.

Nello specifico, un cittadino marocchino e uno albanese sono stati invitati a recarsi alla Questura di Varese per regolarizzare la propria posizione in quanto, a un controllo, sono risultati muniti di passaporto, ma privi di permesso di soggiorno.

Ma sono stati anche altri gli interventi della Polizia Locale, che, grazie a controlli capillari, ha anche denunciato un altro cittadino extracomunitario che, su una vettura di grossa cilindrata di sua proprietà, esponeva una polizza assicurativa falsa, e il proprietario di un autocarro non coperto da assicurazione che, a seguito di incidente stradale, quando si è recato a pagare il premio ha corretto a penna la data del pagamento anticipandola di un mese e ha poi presentato quel documento agli agenti, che lo hanno denunciato per falsità in scrittura privata. Denuncia anche per un cittadino peruviano alla guida di un autocarro con patente estera falsa oltre che scaduta.

Nei giorni scorsi la Polizia Locale di Gallarate è anche intervenuta su segnalazione di un cittadino, accertando la presenza di idrocarburi nel torrente Sorgiorile: immediato l’intervento della ditta incaricata dalla Provincia che ha collocato barriere assorbenti al fine di evitare il disperdersi delle sostanze. Proseguono comunque gli accertamenti tecnici per risalire all’origine dell’inquinamento.

Nel dettaglio, poi, la Polizia Locale di Gallarate ha accertato anche una manifestazione pubblica senza la preventiva comunicazione all’autorità giudiziaria, una sostituzione di persona, falsa dichiarazione all’ufficiale di polizia locale su identità personale, falsità materiale e uso di atto falso (utilizzazione di permesso di soggiorno falso e di documenti originali di altra persona), una guida sotto l’influenza dell’alcool accertata a seguito di rilievo di incidente stradale, una sottrazione di cose sottoposte a sequestro, violazione di degli obblighi di custodia di cose sottoposte a sequestro e falsità ideologica (utilizzazione di furgone sottoposto a sequestro); una fuga con omissione di soccorso a seguito di incidente stradale con ferito, un oltraggio al Corpo di Polizia Locale, un’alterazione di targa di motociclo, falsità materiale e uso di atto falso, nonché una ricettazione con utilizzo di targhetta per ciclomotore rubata.

«L’impegno quotidiano della Polizia Locale di Gallarate merita un plauso – commenta il vicesindaco del Comune di Gallarate Paolo Caravati -. L’attenzione degli agenti nel garantire sicurezza e tutela alle persone, ma anche all’ambiente, è sempre prioritario e le operazioni che si sono susseguite anche nel mese di settembre, con controlli e interventi costanti, sono molto importanti».

Si coglie l’occasione per segnalare, a seguito di numerose richieste in merito da parte dei cittadini pervenute alla Polizia Locale di Gallarate, che i lavori stradali in corso tra via Curioni e via Venegoni non prevedono alcuna realizzazione di pista ciclabile, né soppressione di parcheggi, ma solo una riqualificazione del marciapiede che garantirà un maggiore ordine e una maggiore sicurezza per i pedoni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.