Uno slogan contro gli schiamazzi

Il Comune istituisce un concorso di idee, rivolto soprattutto ai giovani

Uno slogan contro gli schiamazzi. Il Comune di Gallarate, su proposta della Commissione Attività Economiche, propone ai cittadini, e in particolare agli studenti delle scuole superiori, un concorso di idee per la creazione di un elaborato grafico e di uno slogan da pubblicizzare su manifesti e volantini da distribuire nei locali pubblici. L’obiettivo è quello di sensibilizzare soprattutto i giovani al problema degli schiamazzi, favorendo un’azione volta a disincentivarli.

«L’idea è nata qualche mese fa – spiega l’assessore alle Attività Economiche del Comune di Gallarate Paolo Caravati – e ha subito incontrato il favore della competente Commissione Consiliare e del suo presidente Marco Buscemi, che ne è stato il fautore. Il problema è reale e crediamo che lanciare un concorso di idee per uno slogan porti anche i giovani a riflettere e a impegnarsi per favorire un contesto di vita qualitativamente migliore».

Gli elaborati grafici, in formato A4 e per i quali è ammesso l’uso di qualsiasi tecnica artistica, dovranno essere adatti a essere stampati su manifesti e volantini che verranno poi distribuiti negli esercizi pubblici.

Al concorso possono partecipare tutti i cittadini, anche riuniti in gruppi con un referente capogruppo e gli elaborati dovranno essere consegnati in busta chiusa al Comune di Gallarate – Ufficio Protocollo – Palazzo Borghi – via Verdi 2 entro e non oltre il 15 febbraio 2008. La scheda di partecipazione da allegare all’elaborato può essere richiesta all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Gallarate a Palazzo Broletto o direttamente alla portineria di Palazzo Borghi in via Verdi 2.

Sarà la Commissione Attività Economiche a valutare gli elaborati e il migliore elaborato riceverà un premio in denaro di 500 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.