”Uomo del lampadario”: un sondaggio deciderà dove metterlo

La piazzetta esterna a Palazzo Isimbardi come luogo per la posa della scultura di Bernardì Roig preferita dal 63% degli intervistati

Per la nuova piazzetta 860 voti, e 515 per il giardino di Palazzo Isimbardi: è questo finora l’orientamento espresso da tutti i cittadini che stanno partecipando al sondaggio sulla collocazione definitiva de “L’uomo del Lampadario”, la scultura realizzata per la Provincia di Milano da Bernardì Roig per ricordare tutte le vittime del terrorismo e delle stragi.

Ad oggi, sono 1375 le persone che hanno partecipato al sondaggio lanciato lo scorso 11 settembre: di queste, 884 hanno scelto di votare on-line sul portale della Provincia, www.provincia.milano.it, e la migliore sede della scultura è per il 64% quella esterna, nella nuova piazzetta tra via Vivaio e corso Monforte, mentre per il 36% il giardino interno di Palazzo Isimbardi, dove si trova provvisoriamente.

Sono stati invece 491 i cittadini e le cittadine che hanno espresso la loro preferenza “dal vivo”, durante la visita guidata di Palazzo Isimbardi, nella giornata di apertura straordinaria dello scorso 7 ottobre. Anche in questo caso, la collocazione più votata è stata la nuova piazzetta, a favore della quale si è pronunciato il 60% dei votanti.

Ricordiamo che il sondaggio resta aperto. Si può votare on line, sul portale della Provincia, da qualsiasi computer dotato di collegamento a internet, e a Palazzo Isimbardi in occasione delle visite guidate, di eventi e delle sedute del Consiglio provinciale.

“Sono molto soddisfatto – dichiara il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati – della crescente adesione al sondaggio che abbiamo voluto lanciare nella convinzione che spetti ai cittadini scegliere la collocazione di un monumento che come tutte le opere di arte pubblica è pensato per diventare parte integrante della città, della sua identità, del suo vissuto”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.