Varese beffata sulla sirena

Un fischio dubbio dell'arbitro regala tre tiri liberi a tempo scaduto a Costamasnaga: Tacchini non sbaglia e supera le biancoazzurre (60-59)

Beffa atroce per il Basket Femminile Varese: a Costamasnaga, sul campo dell’altra neopromossa, le ragazze di coach Ganguzza vengono battute in un finale incandescente di un solo punto, 60-59.

Peccato perchè le varesine hanno dominato tatticamente la contesa, guidando nel punteggio fin dalla palla a due. Dopo la partenza sprint (9-0 al 2′), le varesine hanno toccato il +12 nel primo quarto (16-4 al 6′), venendo pian piano riprese a metà secondo periodo (22-22 al 17′): qui un parzialone (14-2 a cavallo dell’intervallo lungo) portava al nuovo massimo vantaggio (36-24 al 24′). Grazie a una buonissima intensità difensiva (sugli scudi Pescatore: 11 rimbalzi e 2 recuperi) e alle lucide scelte in attacco (puntuali Manera, Angelo e Sechi; maldestra invece Gatti, incapace di monetizzare i rimbalzi catturati mettendo insieme un modesto 2/8 da sotto), Catella e compagne hanno imposto il loro ritmo alle brianzole, tenute a galla dalle iniziative di Turri, Fumagalli e Cancian.

Nell’ultimo periodo, però, alcuni episodi hanno "girato" l’inerzia. L’incapacità delle bosine di "addormentare" il gioco una volta accumulato un buon vantaggio e l’uscita per falli dell’ottima Manera (aggravata dalle assenze delle infortunate Grotto e Vaccaro) hanno consentito alle padrone di casa di rosicchiare punto su punto, passando dal 47-55 del 36′ alla parità del 39′ (a quota 57). Qui il fattaccio, determinato dalla coppia in grigio già protagonista di un arbitraggio piuttosto casalingo. Sull’ultima azione, +2 Varese, la palla perviene come previsto a Tacchini, che all’ultimo secondo tenta il tiro della disperazione, con un piede ben dentro l’arco, abortito per l’opposizione di Angelo: l’arbitro vede un fallo di quest’ultima e per giunta lo sanziona con tre liberi. Una decisione accolta con incredula rabbia dalla panca ospite, mentre la fredda Tacchini mette tutti i personali e ribalta il punteggio. Smaltito lo "scippo", rimane la consapevolezza di aver giocato un’ottima partita, mancando solo di lucidità in alcuni frangenti. Sabato 27 ottobre, al PalaWhirlpool contro Fiorenzuola (ore 20.30, ingresso gratuito), l’indignazione andrà trasformata in furore agonistico, per riprendere la marcia. Sarà una settimana intensa: giovedì 1° novembre il calendario offrirà Rho-Varese, sabato 3 ci sarà Varese-Biassono.

Costamasnaga – Varese 60-59 (10-18, 22-29, 39-41)

Costamasnaga:
Molteni 3, Chiarelli 6, Tacchini 10, Gerosa 1, Turri 14, Fumagalli 13, Zugnoni ne, Cancian 9, Viganò, Tavecchio 3. All. Frigerio.
Varese: Falasco 2 (1/1, 0/1), Praderio, Coppola (0/2), Sechi 6 (3/5, 0/2), Manera 14 (3/6, 2/5, 2/2), Angelo 14 (5/11, 0/2, 4/4), Catella 11 (1/4, 3/8), Gatti 4 (2/8), Galasso, Pescatore 8 (2/5, 1/3, 1/2). All. Ganguzza.
Arbitri: Asnaghi e Novati di Cantù.

Serie B Ecc., gir A2
Seconda giornata: Costamasnaga-Varese 60-59, Fiorenzuola-Vittuone 57-54, Rho-Valmadrera 57-47, Albino-Biassono 58-72.
Classifica: Costamasnaga, Fiorenzuola, Rho 4; Varese, Biassono 2; Albino, Vittuone, Valmadrera 0.
Prossimo turno (27-28 ottobre): Varese-Fiorenzuola (27.10, ore 20.30), Albino-Costamasnaga, Valmadrera-Biassono, Vittuone-Rho

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.