Varese bello e sprecone: la Torres rimonta nel finale

Varese - Sassari T. 2-2. Ai biancorossi non bastano 85' da applausi e le reti di Del Sante e Sergi per superare la capolista. Gli ultimi minuti sono fatali. Lorenzini: "Risultato che ci penalizza"

Li chiamano “Dimonios”, demoni, i soldati della Brigata Sassari, forse l’espressione più famosa della città sarda. E solo dei demoni potevano beffare a Masnago un Varese bello e splendente, ma solo per 85’. Nello scampolo finale infatti il 2-0 meritato della squadra di Lorenzini si è trasformato in un 2-2 carico di rimpianti per i biancorossi sostenuti da un bel pubblico e a tratti galvanizzati dalla propria stessa classe.
Avanti con un gol fortunato, abile a raddoppiare e mettere alle corde la capolista, graziato da un rigore fallito, il Varese si è poi fatto rimontare proprio quando la Torres, dopo tanto provarci, ha trovato il colpo vincente e fortunato che ha riaperto la gara. Sono seguiti minuti d’inferno in cui i sardi hanno pareggiato e fatto paura. Il 2-2 finale lascia la classifica molto corta, con Torres e altre tre a 16, Olbia e Pergo a 14 e il Varese a 13: peccato.

FISCHIO D’INIZIO - Lorenzini scioglie i dubbi varando un Varese a trazione offensiva: Dos Santos va in panchina mentre il reparto avanzato può contare sui piedi buoni di Lepore e Grossi e sulla potenza di Sergi e Del Sante. Torres blindata sul 4-4-2 con Federici e Carlet a tenere in apprensione la retroguardia biancorossa.

PRIMO TEMPO – Partita vivace fin dalle prime battute: la Torres è la prima a farsi vedere su un errore di Shakpoke che chiama Luoni alla chiusura. Il Varese replica con i fraseggi degli attaccanti: Grossi punge e conquista una punizione dal limite che Lepore (10’) spara sulla barriera. Anche Ottonello ci prova con un piazzato da lontano che trova pronto Lorello. Il numero 8 sardo replica al 24’ ma il portiere biancorosso copre bene il palo e devia sopra la traversa. La risposta è affidata al sinistro magico di Grossi (fallo su slalom di Del Sante): questa volta è Deliperi mettere in corner.
Proprio Deliperi però regala il vantaggio al Varese e a Del Sante al 30’: l’attaccante biancorosso ha il merito di pressare il portiere su un retropassaggio. Quest’ultimo prova il dribbling ma il pallone rimpalla su Del Sante e a nulla vale l’ostruzione di Deliperi (anche ammonito) perché la palla carambola in rete.
Messa sotto, la Torres prova ad aumentare il ritmo e chiama Miale due volte per sbrogliare a centro area, imitato da Shakpoke.

LA RIPRESAIl Varese riparte col brivido: è il 3’ quando Federici si muove bene in area ma poi preferisce appoggiare a Massaro la cui conclusione è rimpallata. Il canovaccio è chiaro: Torres protesa avanti con lanci lunghi, Varese pronto a ripartire in velocità. Al 9’ Carlet viene smarcato bene da Ottonello ma conclude debole tra le braccia di Lorello.
Puntuale, la legge del calcio non perdona e il Varese raddoppia al 10’: Lepore (sottotono) spedisce in solitaria Sergi saltando il fuorigioco e il panzer fredda Deliperi. 2-0 e prima rete biancorossa per l’attaccante pugliese. Neanche il tempo di esultare e Del Sante fallisce il tris su illuminazione geniale di Grossi. Lorenzini dà spazio a Gabionetta mentre la Torres affida tutti i calci piazzati a Ottonello che trova sempre pronto Lorello.
Al 28’ l’arbitro vede un rigore improvviso per i sardi su mani sospetto (dalla tribuna non si vede) di Lepore. Sul dischetto va Federici ma la sua conclusione si perde alta sulla traversa nel boato di Masnago. I sardi si arrabbiano e Furiani prova la bomba su punizione, deviata quel tanto che basta dalla barriera.

Gabionetta scatena la samba al 34’ e stavolta Deliperi si supera per salvare sul brasiliano: è angolo e sugli sviluppi anche Miale sfiora la rete di testa.
Quando però la gara sembra archiviata arriva il gol del 2-1 per merito di Sogus: tiro da oltre 20 metri, la palla prende un effetto stranissimo e inganna Lorello che riesce solo a toccare.
Si va a un finale di sofferenza in cui la Torres guadagna due angoli e sul secondo riesce incredibilmente a pareggiare (43’). Sponda di testa a centro area di Porcu e Federici risolve di piatto da centro area.
Il recupero è tutto col cuore in gola: la difesa sbanda, il centrocampo non inventa e l’attacco sfuma. Finisce con un fallaccio di Sogus su Gabionetta e con un triplice fischio carico di rimpianti come gli applausi della tribuna, che saluta i suoi eroi col broncio.

SPOGLIATOI – “Ci siamo rovinati la domenica con degli episodi – è il primo commento di mister Lorenzini – Gol nati su angoli o situazioni strane; peccato perché sul piano del gioco abbiamo fatto una partita perfetta, con tante palle gol. Il risultato ci penalizza anche se poi prendere due gol in casa vuol dire che qualcosa non va”. Il tecnico parla del rigore sbagliato dalla Torres. “Non l’ho visto e non giudico. Però l’errore ci doveva caricare di più, invece loro sono stati esperti e bravi a rimontare. Per il resto partita molto positiva e ben giocata, però gli errori si pagano”.

Il dirimpettaio Foschi fa i complimenti a entrambe le squadre: “Noi abbiamo sbagliato tanto, ma alla fine ci abbiamo creduto fino al termine e siamo stati premiati. Onore e merito però al Varese e a chi l’ha costruita, è una squadra che metterà tutti in difficoltà”.

Tocca poi a Sergi e La Marca. “Vittoria sprecata?” si chiede il bomber. “Sì, perché se avessimo fatto il 3-0 non ci sarebbe più stata storia. Sarei più felice se cancellassimo questi ultimi 5’. Bravi loro, noi evidentemente dobbiamo imparare a gestire queste situazioni”.

Il capitano è scuro in viso. “Sono davvero rammaricato e non trovo oggi un motivo di sollievo. Ho solo molta delusione per due punti persi perché a un certo punto non avrei immaginato il pareggio con i miei compagni davvero affamati e motivati in campo. Poi ci siamo messi a fare i brasiliani, a giocare a torello e loro, bravi ed esperti, ce l’hanno fatta pagare”.


Varese – Sassari Torres 2-2
(1-0)

Marcatori: Del Sante (V) al 30’ pt; Sergi (V) al 10’ st, Sogus al 40’ st, Federici (S) al 43’ st

Varese: Lorello; Luoni, Shakpoke, Miale, Corral (Scietti dal 7’ st); Grossi, La Marca, Casisa, Lepore; Sergi (Dos Santos dal 37’), Del Sante (Gabionetta dal 16’ st). All. Lorenzini. A disp.: Sampietro, Maccoppi, Tripoli, Giovio.
Sassari Torres: Deliberi; Serao, Porcu, Furiani, Cabeccia; Massaro (Sogus dal 14’ st), Pinna (Lai dal 32’ st), Ottonello, Cherchi (Rota dal 6’ st); Federici, Carlet. All.: Foschi. A disp.: Piroddi, Cacace, Lizzori, Ceriani.
Arbitro: Giacomelli di Trieste (Salviati, Gotti).
Note. Giornata fredda e serena, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Del Sante, Deliperi, Serao, Pinna, Casisa, Grossi, Sogus. Calci d’angolo: 8-4 per la Torres. Spettatori: 1.800 circa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.