Varese sogna i playoff, Pro Patria in fondo a soffrire

In C1 vola il Cittadella, incalzato da Padova e Sassuolo. In C2 Lumezzane e Torres comandano, bene Pro Vercelli e Alto Adige

Pro Patria in fondo a soffrire, Varese a rilento ma stabile nelle zone alte. Il decimo turno di campionato non ha riservato molti sorrisi alle formazioni varesine impegnate rispettivamente in serie C1 e C2. 

SERIE C1. Comanda sempre il Cittadella. I veneti hanno battuto la Pro Sesto fuori casa e si sono assicurati la permanenza nei piani alti, a quota 23, incalzati da vicino a 21 punti da Padova e Sassuolo, rispettivamente dilaganti contro il Venezia (4-1) e corsari a Cremona (1-2). Bella soprattutto la vittoria dei modenesi, vittoriosi allo Zini contro i grigiorossi di Mondonico, partiti con gli onori del pronostico, ma forse troppo poco amalgamati per poter puntare al successo fin da subito. A 19 troviamo il Novara, che con un risicato 1-0 ha avuto la meglio sulla Paganese ultima in classifica, a 18 il sorprendente Foligno (1-0 nel derby con la Ternana) e il Venezia seppellito dal Padova, a 17 la Cremonese, a 15 il Monza corsaro a Manfredonia con un bell’1-0. A 12 Pro Sesto e Foggia (sconfitta 2-1 con la Cavese), a 11 Legnano (1-0 sul Lecco), Mafredonia, Lecco e Pro Patria, fermata sul nulla di fatto dal Verona. A 10 la Cavese, a 8 la Ternana, a 6 il Verona e a 4 chiude la Paganese. Giovedì 1 novembre turno infrasettimanale con la capolista Cittadella in casa contro il Manfredonia, sfida da non perdere tra Sassuolo e Padova e un interessante Venezia-Novara. La Pro Patria riceve la Pro Sesto per provare a staccare la zona calda della classifica. Le altre sono Cavese-Monza, Foggia-Cremonese, Paganese-Legnano, Ternana-Lecco, Verona-Foligno.  

SERIE C2. Due sole al comando: Torres e Lumezzane tentano la fuga a suon di vittorie. I sardi hanno avuto la meglio nel derby con l’Olbia con un netto 2-0, mentre i bresciani hanno vinto la sfida a suon di gol contro il Mezzocorona: 3-4 il finale, trentini che hanno preso i primi gol della stagione e tornano sulla terra dopo la partenza sprint che li aveva proiettati potenzialmente in vetta alla classifica. A due punti dal duo di testa, a quota 17, l’Alto Adige, bloccato sullo 0-0 dal Pavia, a 16 il Rodengo Saiano caduto contro l’altra neopromossa Canavese. A 15 Pro Vercelli (ancora un match da recuperare con il Mezzocorona), trascinata a Cuneo da Antonioni con 3 rigori (3-2 il finale) e il Pergocrema, stoppato sul 2-2 dal Carpenedolo. A 14 il Varese, bloccato sullo 0-0 dalla Caravaggese, al pari di Olbia e Pizzighettone, corsaro a Valenza Po. A 13 il Mezzocorona (due match in meno) e la Nuorese, in netta risalita dopo il 2-1 firmato Campo e Emerson contro l’Ivrea. A 12 il Carpenedolo e il Canadese, a11 l’Ivrea, a 9 il Pavia, a 7 Valenzana e Caravaggese, chiude a 6 il Cuneo. Nell’undicesimo turno infrasettimanale occhio a Lumezzane-Pergocrema, Pavia-Torres, Alto Adige-Carpenedolo e Rodengo-Valenzana. Il Varese ospita il temibile Mezzocorona, che però dopo i 4 gol presi dal Lumezzane fa un po’ meno paura. Le altre sono i derby Cuneo-Canavese e Olbia-Nuorese, Ivrea-Pizzighettone, Pro Vercelli-Caravaggese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.