“Volete una casa gratis? Mucci ve la dà, come ha fatto con i nomadi”

La provocazione diffusa in città attraverso alcuni ironici volantini. Sabato 6 ottobre i Giovani Padani e la Lega Nord hanno organizzato una manifestazione in via De Magri

Non c’è pace tra maggioranza di centro destra e Lega Nord a Gallarate. Il Carroccio che aveva appoggiato la rielezione di Nicola Mucci a primo cittadino ha rotto i ponti con i partiti di governo in città (Forza Italia, An, Udc e Dc-Nuovo Psi): numerosi i punti di rottura, dall’urbanistica con le contestazioni sui piani integrati di interventi, al piano del commercio accusato di dare troppo spazio alla grande distribuzione, passando dalla gestione della querelle con i musulmani fino ai sinti, goccia che ha portato alla rottura e alle dimissioni dell’ex assessore Giorgio Caielli e all’uscita della Lega dalla maggioranza. Da allora i padani non hanno mai mollato la presa ed ora ci si mettono anche i giovani leghisti ad incalzare Mucci con un’iniziativa particolare, pubblicizzata attraverso volantini distribuiti per tutta Gallarate: i cittadini sono invitati a partecipare sabato 6 ottobre (ore 17) ad una manifestazione che si terrà in via De Magri, luogo dove fino a poche settimane fa risiedeva la comunità sinti gallaratese, trasferita ora al confine con Cavaria con Premezzo grazie ad un accordo annuale siglato dalle parti. L’invito non si limita a contestare la giunta, ma va oltre. Si legge infatti: "Se volete una casa gratis, partecipate. Non dovete far nulla, tanto meno lavorare. Basta chiedere e Mucci ve la dà: volete che dia questi privilegi ai nomadi e non a degli onesti gallaratesi?". Chiaro riferimento, con malcelatata ironia, all’atteggiamento troppo leggero che la Lega imputa all’amministrazione guidata dal forzista nei confronti dei sinti. Il primo cittadino non raccoglie: «Un vecchio detto gallaratese recita "I ragli degli asini non arrivano al cielo" – ha detto Mucci -. Chiedano ai loro rappresentanti che fino a poco fa erano in giunta, che per altro avevano nelle proprie mani il mandato a trovare una soluzione: abbiamo fatto l’unica cosa possibile, stanti le note problematiche legali che legavano le mani all’amministrazione». I vertici cittadini del Carroccio parteciperanno, ma l’organizzazione e l’idea sono del Movimento Giovani Padani, riuscito ad invitare l’onorevole Paolo Grimoldi, l’ europarlamentare Matteo Salvini e il consigliere regionale Fabrizio Cecchetti: «L’obiettivo è denunciare il comportamento del sindaco sulla questione del nuovo campo nomadi. Non solo non pagano l’ICI e beneficiano dei sussidi statali e comunali che gli vengono costantemente elargiti, ma addirittura Mucci ha pensato bene di spendere oltre 150 mila euro dei soldi che gli onesti cittadini gallaratesi versano al Comune, per regalare alla comunità Sinti un campo nuovo di zecca per giunta temporaneo – si legge in una nota diffusa di Giovani Padani -. Per l’ennesima volta, questo sindaco ha ignorato l’opinione dei cittadini, e dopo aver riempito Gallarate di cemento e centri commerciali, dopo aver raso al suolo la vegetazione di Piazza Risorgimento, ora finge di aver risolto un problema che invece ha solo nascosto e rimandato». Vedremo se e quanti gallaratesi parteciperanno e raccoglieranno l’"allettante" invito dei Giovani Padani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.