“Votiamo per il bosco in città”

La “Cooperativa Casa del Popolo Cardano” spinge per far accettare il finanziamento con i fondi del bilancio partecipato del polmone verde da sottrarre alla cava

Tra le ipotesi al vaglio dei cittadini cardanesi in vista delle decisioni da prendere nel quadro del Bilancio partecipato, c’è un’associazione che spinge e invita tutti a votare per il finanziamento del “Bosco di tutti”. La proposta arriva dalla “Cooperativa Casa del Popolo Cardano”, che partendo dal presupposto del passato boschivo di Cardano al Campo vorrebbe che il Comune acquistasse porzioni di bosco per tornare ad avere un polmone verde in città. «L’idea è quella di acquistare del territorio boschivo per una ulteriore salvaguardia – si legge in una nota della cooperativa Casa del Popolo Cardano -, i boschi sono protetti  e salvaguardati dal fatto di essere inseriti nel piano territoriale del parco del Ticino. L’attuale amministrazione ha anche posto nel suo programma la realizzazione di una oasi naturalistica nella zona della cava di cardano, un progetto ambizioso che noi con questa proposta pensiamo di  sostenere e  poter essere di stimolo. Il Comune di Cardano dovrebbe acquistare, se questa nostra proposta naturalmente avrà il gradimento della maggior parte dei nostri concittadini,  ad un prezzo equo un’area boschiva prioritariamente nella zona cava o comunque aere limitrofe. Per prezzo equo si intende prezzo di mercato,  utilizzato nelle ultime transizioni di vendita, quindi 5 euro al mq che vuole dire che con 50.000 euro è possibile acquistare 10.000 mq. Certo con i soldi disponibili in questo bilancio partecipativo non pensiamo certo che si possano acquistare i terreni della cava  ma comunque si può cominciare ad acquistarne una parte di essa o di altri terreni di valenza ambientale. La proprietà da parte del Comune non solo sarà un ulteriore vincolo alla difesa ambientale ma assicurerà la gestione e la fruizione corretta del patrimonio boschivo da parte della popolazione, un bosco non di nessuno ma un bosco per tutti con  una valenza ambientale ricreativa e culturale. L’obiettivo e l’ambizione di questa nostra proposta è quella di far accettare questa nostra idea ma al di là del momento di queste serate del bilancio partecipato di questa occasione che ci è data, coinvolgendo le altre associazioni di Cardano, le scuole in primis, ad una azione attiva e di lunga durata sul nostro territorio: se si potrà andare in questa direzione la nostra Cooperativa è disponibile a mettere a disposizione il bosco di proprietà posto tra la superstrada e la cava».  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.