Welfare, anche in Lombardia vince il sì

Approvato anche dai lavoratori lombardi il protocollo d'intesa su pensioni e stato sociale con il 75% dei voti. I metalmeccanici dicono sì per un soffio

Si alla proposta di riforma del governo con il 75% in Lombardia. Anche la Locomotiva d’Italia dà il suo assenso al protocollo d’intesa tra governo e sindacati per l’abolizione dello scalone e il progressivo aumento dell’età pensionabile. Sì in tutti i territori compresa Brescia dove nel ’95 vinse il no, sì da tutte le categorie compresi i meccanici anche se di un soffio con il 52,6%, sì tra gli attivi con percentuali tra il 69 e il 70% e un sì plebiscitario dai pensionati. Questi i dati forniti dalla Cgil lombarda che sottolinea come il numero dei votanti sia stato lo stesso dell’ultima consultazione della Cgil che avvenne nel ’95 quando votarono, come oggi, circa 870 mila persone ma con una settimana di tempo in più.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione dei dati sono intervenuti
i tre Segretari di CGIL CISL UIL. 

Per Susanna Camusso, segretario generale
della CGIL Lombardia “la consultazione in Lombardia rappresenta una grande
prova di democrazia sindacale e un’importante risposta del mondo del lavoro.
L’affermazione dei Si in tutte le province e in tutte le categorie – compresi
i metalmeccanici – dimostra l’ampio consenso all’accordo del 23 luglio.
Franco Giorgi, segretario della Cisl Lombardia
sottolinea che “i soli lavoratori attivi in Lombardia sono favorevoli
per il 70,3%. Un risultato molto importante, che impegna il governo e le
forze politiche a fare in modo che l’accordo venga rapidamente tradotto
in progetto di legge e approvato entro fine anno.
Per Walter Galbusera, segretario generale
della Uil Lombardia, "il risultato nettamente favorevole della consultazione
conferma la valutazione positiva già fatta dagli organi direttivi delle
organizzazioni confederali ai vari livelli.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.