Welfare: ripartono le concertazioni

Entro domani mattina il Governo incontrerà le parti sociali. Ma Prodi assicura: il cuore della legge non cambia

Continua il confronto del Governo con i sindacati e Confindustria, nel tentativo di limitare le più dure critiche riguardanti il provvedimento sul Welfare. In linea di massima, tuttavia, il cuore della legge non sarà cambiato, l’idea sembra quella di sistemare solo alcuni aspetti. In questo modo il premier Prodi ha risposto alle recenti critiche, che lo accusavano di aver rivisto il disegno di legge su pressione di parte della maggioranza.

Sono diversi i punti passibili di modifica. Tra questi i contratti a termine, che stanno a cuore a Confindustria: l’idea iniziale era di non consentire di rinnovarli più di una volta, forse però ci saranno deroghe speciali per settori conme il turismo e l’industria alimentare. Si riparlerà ancora di previdenza e lavori usuranti, come richiesto sai sindacati.

Le parti sociali saranno incontrate tutte oggi pomeriggio o, al più tardi, domani mattina. Tra le confederazioni, tuttavia, continua a tirare aria di guerra. I sindacati, ad esempio, criticano la scelta di far pagare agli autonomi una parte dei costi della riforma delle pensioni. Il provvedimento resisterà al passaggio in Parlamento?

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.