A Milano un weekend di teatro

250 spettacoli e un centinaio di location coinvolte per la terza edizione della Festa del Teatro

Si apre oggi, venerdì 24 ottobre 2008, la Festa del Teatro di Milano, interessante “tre giorni” della scena meneghina giunta quest’anno alla sua terza edizione e promossa da Provincia e Comune di Milano, Regione Lombardia, Ministero dei Beni e delle Attività culturali e dall’Associazione Generale Italiana Spettacolo/Lombardia.

Oltre 250 spettacoli, un ricco calendario di appuntamenti legati alla danza e un centinaio di “location” coinvolte – tra i teatri cittadini, quelli di Monza, Seregno, Brugherio e Legnano, e altre sedi di rilievo e originali – nel ricco menù della manifestazione, che garantirà biglietti da 0 ad un massimo di 3 euro. 

Fra i grandi nomi presenti anche Luca Ronconi, proprio in questi giorni al debutto con lo shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate al Piccolo Teatro (24 e 26 ottobre rispettivamente alle 20.00 e alle 16.00), ma anche il danzatore e coreografo francese Dominique Dupuy – al Teatro dell’Elfo con lo spettacolo-incontro “La presenza” –, l’australiano Neville Tranter, atteso protagonista dello spettacolo di teatro di figura “Vampyr” (Prima milanese, al teatro Verdi il 25 e 26 ottobre alle 21.00 e alle 16.30), e Susana Lastreto Prieto, docente dell’Ecole International Jacques Lecoq e che proprio a questo grande maestro francese dedicherà, nel decennale della scomparsa, una mini-rassegna di spettacoli e incontri.

Tra gli eventi speciali, da non perdere la performance della compagnia Pacta “Non senza qualche meraviglia. Della luna e di altri mondi” (Osservatorio astronomico di Brera), tratta dagli scritti inediti di Galileo Galilei e dalle pagine di Montale, Leopardi, Ariosto e Calvino; e ancora il misterioso Semi di carta – viaggio olfattivo nel mondo dei tarocchi, spettacolo del Laboratorio dell’immagine sensoriale al Castello Sforzesco (24 ottobre, alle 18.00) ove sarà allestito un vero e proprio percorso iniziatico tra profumi e letture di tarocchi.

Al tema del lavoro sarà dedicato lo spettacolo tratto dal libro-inchiesta sul precariato di Aldo Nove Mi chiamo Roberta, ho quarant’anni, guadagno 250 euro al mese, in prima nazionale al Teatro I (24-25-26 ottobre rispettivamente alle 21.00, alle 16.30 e alle 21.00).

Da non perdere anche l’appuntamento con Gomorra di Roberto Saviano e Mario Gelardi, (Teatro Leonardo da Vinci, 25-26 ottobre rispettivamente alle 20.45 e alle 16.00), con i Tre diari di Ingmar Bergman messo in scena da Gian Carlo Dettori e Franca Nuti (Teatro Oscar, prima nazionale, 25 e 26 ottobre alle 21.00 e alle 17.00), con il testo maledetto di Sarah Kane Blasted per la regia di Elio De Capitani (Teatro dell’Elfo, Prima milanese dopo il Festival di Asti).

La manifestazione prevede molte altre iniziative tra cui laboratori, incontri per conoscere e provare i mestieri del teatro e visite guidate.

Per ulteriori informazioni e il programma dettagliato della manifestazione: www.lombardiaspettacolo.com

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.