A Roma è ripartito il dialogo su Expo 2015

Positivo il giudizio dell'assessore Mauri sulla riunione che si è svolta a Roma e a cui hanno partecipato tutti i soggetti interessati

«L’incontro di Roma ha avuto un esito che considero positivo, anche solo per il fatto che dopo oltre sei mesi tutte le istituzioni si sono trovate intorno ad un tavolo per parlare e confrontarsi sulle decisioni che riguardano Expo 2015». Queste le dichiarazioni di Matteo Mauri, assessore provinciale alla Casa, all’Innovazione e alla Città metropolitana, al termine della riunione che si è svolta a palazzo Chigi, negli uffici del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta sull’Expo.

 

«Le novità di oggi – continua Mauri – sono il ripristino del tavolo tecnico e la proroga del comitato di pianificazione. Poiché in entrambe le strutture sono presenti tutte le istituzioni, siamo fiduciosi che questo costituisca l’avvio per il pieno coinvolgimento di tutti i livelli istituzionali nella realizzazione dell’Expo. La Provincia di Milano ha comunque confermato il suo impegno».

 

«In qualche modo si è riaperto il filo del dialogo – aggiunge Mauri -. Certo, continua ad esserci preoccupazione per lo slittamento nell’emanazione del decreto, un ritardo che potrebbe avere conseguenze negative sul rispetto dei tempi per la realizzazione delle opere necessarie. Anche perché, per stessa dichiarazione sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, non avremo il decreto prima della fine di settimana prossima».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.