A scuola per imparare a far ridere

A cura dell’Associazione ‘Colibrì’- Magazzini Teatrali e dei ragazzi del C.R.E.A.M.S.

A Cavaria con Premezzo a scuola di teatro comico per imparare l’arte della risata.
A teatro, si sa, è più facile far piangere che far ridere. E lo sanno anche i membri dell’Associazione ‘Colibrì’- Magazzini Teatrali e i ragazzi del C.R.E.A.M.S., organizzatori del primo corso di teatro comico, in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del comune di Cavaria con Premezzo. Il corso è basato sullo studio delle tecniche del comico: i tempi comici, i lazzi, i tormentoni, gli spostamenti di genere, i contrasti, la mimica e i caratteri. L’ideale per chi ha già fatto un po’ di teatro e voglia perfezionarsi in questo particolare genere, o per chi, molto semplicemente, ha voglia di giocare al teatro ‘non prendendosi troppo sul serio’ . Docente d’eccezione è il bolognese Massimo Macchiavelli. Regista e attore, allievo di Ives Lebreton e Marcel Marceau, già insegnante di recitazione presso il Centro interfacoltà Musica e Spettacolo di Bologna, dirige la scuola di teatro Louis Jouvet e tiene da oltre vent’anni stage di recitazione e Commedia dell’Arte in Italia e all’estero. Un’occasione da non perdere, soprattutto se si pensa al costo economico (120.00 euro per trenta ore di lezione) e all’alta professionalità garantita. Dal 21 Novembre 2008 al 13 Febbraio 2009. Tutti i venerdì sera, dalle 20.30 alle 23.30 (con pausa bisettimanale per le festività natalizie), presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo di Cavaria con Premezzo, in via Sesia 22. Per informazioni e iscrizioni: 3349040540 (Monica), oppure direttamente presso la sede C.R.E.A.M.S. in via Mattia 117 a Cavaria con Premezzo, tutti i mercoledì dalle 21.00 alle 22.00.
Monica Angotzi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.