Al via il festival musicale dedicato a Giuditta Pasta

Dal 25 ottobre al 2 dicembre torna “Musica Aperta” il festival musicale dedicato allo storico soprano, con appuntamenti a Erba, Varese, Como, Blevio e Saronno

Torna l’annuale appuntamento con la rassegna musicale dedicata a Giuditta Pasta e alla sua straordinaria  natura di donna eclettica e multiforme. Per questa seconda edizione è in programma  un calendario di 6 concerti distribuiti in altrettante location nelle province di Como e Varese. Per questa nuova edizione inizia la prestigiosa collaborazione con Lariofiere e a sancire la partecipazione di questo importante partner il concerto inaugurale si terrà proprio presso la sede di Lariofiere ad Erba. Al supporto degli sponsor si aggiunge l’attenzione particolarmente significativa della Provincia di Varese che ha inteso sostenere questa nuova edizione offrendo come sempre l’affascinate spazio di Villa Recalcati e deliberando un contributo economico.

Il ciclo di appuntamenti si conferma come un contenitore musicale dedicato a proposte di sapore diverso, sempre in bilico tra grande tradizione classica  e riletture contemporanee di grandi classici della musica  di ogni tempo.

Il calendario 2008 di Musica Aperta si apre quindi il prossimo sabato 25 ottobre con l’esibizione dell’Ensemble Duomo che si conferma come piccola orchestra stabile del Festival Giuditta Pasta mostrando la propria duttilità di repertorio abbinata a un organico particolare e inconsueto. Per l’apertura l’ensemble proporrà  un viaggio nel mondo delle colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema del ‘900 da “Evita” di Andrew Lloyd Webber alle musiche di Charlie Chaplin per i suoi film, da “Braveheart” di James Horner a un trittico di Ennio Morricone (Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Giù la testa, Sacco e Vanzetti) sino al Theodorakis di “Zorba il Greco”. Il programma  farà rivivere l’emozione intensa di alcune delle più belle melodie del ‘900, rielaborate in una dimensione cameristica da Roberto Porroni.

Il  viaggio musicale prosegue poi verso Saronno. Nella città che ha dato i natali alla Pasta verranno proposti due appuntamenti. Il primo, in programma venerdì 7 novembre si terrà presso la Chiesa di San Francesco dove si esibirà l’Ensemble Festa Rustica, uno dei gruppi tra i più rinomati nell’ambito della musica antica, eseguita su strumenti originali. Per l’occasione della presenza a Saronno  il programma comprenderà cantate sacre di Telemann, Monteverdi (il sublime “Pianto della Madonna”), sino al meno noto Camprà e completato da brani strumentali dell’età barocca da Vivaldi a Bach e con una riscoperta musicale di Domenico Gabrielli.

La rassegna farà quindi nuovamente  sosta a Saronno presso lo Starhotel Grand Milan il prossimo 22 novembre quando  il duo di arpe formato da Sara Bertucelli e Elena Piva trasformerà la sala delle feste dell’hotel in un vero salotto musicale eseguendo brani di Haendel, Gounod, Thomas, Debussy. Il fascino del suono di due arpe in connubio per un programma che partendo dalla musica barocca giunge al periodo aureo di questo strumento, l’Impressionismo musicale francese, che ne valorizzò al massimo le capacità espressive.

Venerdì 15 novembre sarà la sala di Villa Recalcati a Varese ad ospitare l’omaggio musicale dedicato  al più grande compositore greco Mikis Theodorakis. Verranno proposti brani in prima esecuzione italiana, come il ciclo “Romancero Gitano”, scritto su testi di Garcia Lorca, gli “Epitafios” nelle versioni per chitarra, e naturalmente il celeberrimo “Zorbas” con l’utilizzo del tipico strumento greco bouzouki.

Domenica 16 novembre  si terrà alle ore 16 a Blevio nella piacevole cornice  della chiesa di SS. Gordiano ed Epimaco affacciata sul lago un concerto per flauto e clavicembalo che trasporterà gli spettatori nel cuore della tradizione musicale barocca europea. Per questo appuntamento Katrina Penman e Lidia Kawecka proporranno due Sonate e una Toccata di Johann Sebastian Bach, la deliziosa “Hamburger Sonate” del figlio Carl Philip Emanuel, per poi passare al raffinato barocco di Louis Couperin maestro della scuola francese, sino ai grandi maestri del ‘700 musicale italiano, Antonio Vuivaldi, Domenico Scarlatti e Girolamo Frescobaldi, di cui verrà eseguite la celebre aria detta “La Frescobalda”

La rassegna chiuderà quindi il 2 dicembre a Como con un concerto presso la Sala Bianca del Teatro Sociale con un concerto dell’Ensemble Duomo che proporrà un excursus  attraverso i secoli della musica occidentale parte da pagine barocche di Haendel e Vivaldi, passando poi attraverso il classicismo di Mozart e Boccherini, per giungere alla musica del ‘900 esemplificata in Granados e Shostakovich, con lo scintillante “The market place”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.