Alitalia, si spezza di nuovo la trattativa

Nella notte Cai ha abbandonato il tavolo: "se i sindacati non firmano la partita è chiusa". L'offerta vincolante va consegnata entro la mezzanotte del 31 ottobre

Si spezzata un’altra volta la trattativa tra la nuova compagnia di Alitalia CAI, e i sindacati.

Dopo oltre sette ore di negoziato, nella notte del 30 ottobre l’amministratore di Cai Rocco Sabelli assieme alla delegazione ha abbandonato la trattativa ha abbandonato il tavolo di confronto con i sindacati sui contratti per la nuova Alitalia.

Al mattino del 30 fonti Cai hanno fatto sapere che per la società «la trattativa sui contratti è chiusa: a questo punto i sindacati firmano o per noi la partita è chiusa».  Le stesse fonti hanno detto inoltre che ieri sera sono stati riscritti i criteri di selezione, ma le organizzazioni sindacali «non hanno voluto firmare questi documenti e non hanno voluto neanche firmare i contratti».

«C’è un’indisponibilità – hanno concluso le fonti aziendali – a cambiare la mentalità con cui è stata gestita fino ad oggi l’Alitalia. Fino ad oggi è stata gestita come oggetto per fare sindacato e non per trasportare passeggeri".

In una nota diffusa nella notte le nove sigle dei lavoratori di Alitalia hanno invece definito "incomprensibile" la rottura, negando che sia avvenuta sulla questione dell’agibilità sindacale e sottolineando «la difformità dei testi consegnati rispetto agli accordi di Palazzo Chigi».

Per i sindacati, Cai non ha compiuto alcun passo per andare incontro alle loro richieste, e l’ultimatum dell’azienda e la conseguente rottura delel trattative ha spiazzato i sindacati, che erano convinti di proseguire il confronto continuativamente fino all’ultimo minuto disponibile: cioè fino alla mezzanotte di domani, 31 ottobre, termine per la consegna dell’offerta vincolante da parte di Cai al commissario straordinario di Alitalia Augusto Fantozzi. Al quale, a questo punto, i sindacati hanno chiesto un incontro immediato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.