Amsc, la presidenza del consiglio comunale smentisce il Pd

Nota ricca di precisazioni su un volantino recentemente distribuito dal Partito Democratico gallaratese

Riceviamo e pubblichiamo

 

L’intervento intende confutare affermazioni destituite di fondamento fatte circolare presso l’opinione pubblica

 

In relazione ai contenuti del volantino distribuito dal Pd nel centro città e intitolato “Dove vanno a finire i soldi dei cittadini gallaratesi?”, avente come oggetto la situazione economico-finanziaria della multiutility Amsc, la Presidenza del Consiglio Comunale sente il dovere di muovere diverse confutazioni.

Il testo del volantino recita: «Il Piano Strategico e Industriale di Amsc (…) è stato frettolosamente esaurito con poche e vuote parole di circostanza». Tale osservazione, riferita all’intervento in Consiglio Comunale del presidente di Amsc, non tiene conto del fatto che il tema è stato trattato in modo dettagliato e in un considerevole lasso di tempo. La corposità degli argomenti, infatti, ha portato a un approfondimento che si è dipanato in due consigli comunali ad hoc, uno dedicato specificamente alla relazione del presidente di Amsc, l’altro alle argomentazioni dei consiglieri. Tale soluzione ha, fra l’altro, dato la possibilità a tutti di sviluppare una riflessione che, se si fosse optato per un’unica seduta, sarebbe stata inevitabilmente improvvisata e superficiale.

Poco sotto il testo del Pd riporta testualmente: «…il presidente di tutte le società ha presentato alle forze politiche un Piano Strategico e Industriale – secretato al pubblico – per il rilancio del gruppo». Si ribadisce, però, che il Piano Strategico e Industriale è stato oggetto di discussione in seduta pubblica, trasmessa in diretta da Radionews e alla presenza degli organi di stampa. La documentazione, inoltre, depositata agli atti, è sempre stata a disposizione dei consiglieri .

Quanto, infine, all’affermazione, contenuta nel volantino, secondo cui è necessario  adottare «…un programma serio e condiviso…», si ricorda che il presidente di Amsc non solo è intervenuto nelle due Assemblee Cittadine sopra menzionate manifestando la sua disponibilità in proposito, ma ha anche invitato i capigruppo delle forze politiche presenti nell’Assise Civica a un Consiglio D’Amministrazione di Amsc Spa, nel corso del quale è stato presentato un interessante progetto di sviluppo sul teleriscaldamento. Preme rammentare, infine, che lo stesso sindaco ha espresso la volontà dell’Amministrazione Comunale per l’avvio di un confronto con tutte le forze politiche, purché serio, concreto e ospitato dal giusto contesto. È opportuno, infatti, che il confronto si sposti dalle piazze e continui sedi istituzionali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.