Approvazione “piano cave”: «Stralciati giacimenti da Gorla e Cislago»

La soddisfazione del consigliere regionale dopo l’approvazione del documento per la gestione del territorio

A seguito dell’odierna approvazione, da parte del Consiglio Regionale, del piano cave della provincia di Varese, è intervenuto il consigliere regionale della Lega Nord, Luciana Ruffinelli. “Si tratta  – ha affermato la Ruffinelli – di un provvedimento di grande equilibrio, frutto anche del  lavoro svolto dagli esponenti del Carroccio presso la VI Commissione consiliare ambiente.

Nell’ambito della discussione di questo provvedimento abbiamo favorito lo stralcio di alcuni giacimenti di sabbia e ghiaia previsti nei comuni di Gorla Maggiore, Gorla Minore e Cislago.

Inoltre siamo riusciti ad evitare che in Valle Olona alcune ex cave potessero essere trasformate in discariche. Questo piano rappresenta la sintesi ottimale fra le esigenze di tutela del territorio (sostenute dall’associazionismo e dagli enti locali) e le necessità dell’economia di settore.

In questa ottica di sintesi si inseriscono ambiti estrattivi quali Cantello, Somma Lombardo e Samarate, per i quali il Consiglio Regionale ha trovato soluzioni idonee e condivise.

Abbiamo infine scongiurato il rischio di ampliamento della cava di Travedona, che avrebbe comportato gravi danni al territorio, anche per il paventato aumento delle volumetrie asportabili.” 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.