Arriva la riforma federale: “Primi effetti tra due anni”

Il consilgio dei ministri dice sì ai provvedimenti fiscali e riapre i cordoni della borsa per i comuni, privati dell'Ici

Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge sul federalismo fiscale. Per vederne gli effetti, dice il Ministro Tremonti, ci vorranno almeno due anni.

Il Consiglio dei ministri stamani aveva come unico punto all’ordine del giorno la riforma federale.

E’ stato approvato il decreto legge che mette a disposizione dei comuni un miliardo e 310 milioni di euro. In mezzo a questi provvedimenti anche quello salva- Catania e per Roma. E i fondi ai comuni per compensare l’abolizione dell’Ici.

Gli enti locali di ogni colore aveva minacciato le barricate e Berlusconi li ha accontentati.
“Una riforma storica – ha detto Giulio Tremonti – su questa materia – ha spiegato – c’è un consenso generale, tra le istituzioni più alte della repubblica, tra i governi locali, tra le forza politiche”.

Si tratta comunque di “un cammino che viene da lontano, dal primo governo Berlusconi. Storicamente, 14 anni sono un tempo breve”.

Tremonti ha anche aggiunto che “fare il federalismo fiscale, data la Costituzione vigente, era un obbligo”; e il fatto che ancora non ci fosse “non era solo una lacuna, era un vulnus rispetto allo schema costituzionale”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.