Autolaghi, Marco Reguzzoni promuove il car pooling con sconto al casello

Il deputato leghista di Busto Arsizio approva l'ipotesi lanciata da Autostrade: metà pedaggio se si viaggia in auto in quattro

Il car pooling è una delle poche soluzioni immediate e a basso costo per snellire il traffico intorno alle grandi città e per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo”. 

Ne è convinto Marco Reguzzoni, vicepresidente della Lega Nord alla Camera, riguardo all’ipotesi di Autostrade per l’Italia di introdurre riduzioni del pedaggio per i veicoli con più passeggeri, che dovrebbe vedere la luce entro fine anno lungo le autostrade A8 e A9 che collegano Milano a Varese e a Como. 

Le nostre strade – spiega Reguzzoni – sono piene di automobilisti che, in numero sempre maggiore, percorrono lo stesso tragitto di altri, ad esempio per recarsi al lavoro, anche valicando i confini della propria città. Questa realtà – continua la nota – appesantisce il traffico urbano ed extraurbano automobilistico, contribuendo ad aggravarne gli effetti negativi che, nel loro insieme, costituiscono una delle più rilevanti emergenze delle aree urbane nazionali”.

Il car pool, che è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi del trasporto, “non è solo una proposta teorica, in quanto – sottolinea l’esponente della Lega – esso ha avuto un’ampia e positiva sperimentazione negli USA ed in molti paesi europei. Ed è importante adottarlo anche in Italia”. 

La convinzione dell’ex presidente della provincia di Varese Reguzzoni è che “l’obiettivo di diminuire il numero delle vetture circolanti, e di conseguenza ottenere vantaggi ambientali notevoli, può essere conseguito anche attraverso questa soluzione alternativa alla mobilità tradizionale”. 

Nello specifico, per quanto riguarda la A8 e A9, il progetto prevede alle tre barriere della Milano-Laghi uno sconto sui pedaggi dei veicoli con 4 o più persone a bordo, dagli attuali 1,7 e 1,2 euro a 0,50 euro.

E’ una buona notizia – commenta il deputato del Carroccio – che si accompagna anche alle altre novità positive che riguardano le infrastrutture, ed in particolare la Pedemontana, che certamente rimangono irrinunciabili”. 

Questa soluzione sperimentale – conclude Reguzzoni – è una delle poche soluzioni concrete per alleviare i disagi dei pendolari e di tutti i cittadini e gli operatori del trasporto che quotidianamente subiscono la infinita mole di traffico che circola sulle autostrade A8 e A9. E non è detto che si possa in futuro applicare anche alle altre grandi città italiane”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.