Cai punta su Fiumicino, Malpensa protesta

ancora nulla di fatto tra la cordata di imprenditori e i sindacati, ma intanto trapeano i numeri delle assunzioni: oltre 9 mila a Roma, poco più di mille a Milano

Nulla di fatto tra Cai e sindacati. La cordata di imprenditori riuniti nella sigla Compagnia aerea italiana sotto la guida di Roberto Colaninno e Rocco Sabelli non ha ancora raggiunto l’accordo con le parti sociali per quanto riguarda contratti e criteri di assunzione del personale della nuova Alitalia. Nell’incontro sono stati approfonditi solo i criteri di selezione dei 12.639 lavoratori che saranno assunti nella nuova Alitalia. Oggi, 28 ottobre,  l’assemblea dei soci di Cai è chiamata a varare la trasformazione in spa, l’aumento di capitale da almeno un miliardo, l’offerta vincolante, ad approvare lo statuto e nominare cda e collegio sindacale. Sono attese novità anche per quanto riguarda il partner internazionale: AirFrance e Lufthansa sono alla finestra.  

Sull’assunzione dei dipendenti si scatena però la polemica nel Nord Italia. Cai prevede infatti di assumere 1550 piloti, 3300 assistenti di volo e 7150 lavoratori di terra. A Torino verrebbero assunti 225 dipendenti (48 piloti, 100 assistenti di volo, 77 lavoratori di terra), a Venezia 189 (48 piloti, 100 assistenti di volo e 41 lavoratori terra), a Napoli 404 (95 piloti, 200 assistenti di volo, 109 terra), a Catania 310 (48 piloti, 100 assistenti volo, 162 terra), a Roma Fiumicino 9082 (978 piloti, 2.100 assistenti volo; 6004 terra), a Malpensa 1343 (333 piloti, 710 assistenti colo, 310 terra). Sono inoltre previste assunzioni in vari scali (447 in tutto), di cui 394 handling, 40 con incarichi tecnici, 9 incaricati per le vendite e 4 per il call center. A Roma quindi i numeri sono molto più alti di quelli di Malpensa: in un certo senso Cai, a dispetto delle promesse di puntare su diversi aeroporti, scalo varesino compreso, ha imperniato lo sviluppo della Nuova Alitalia sulla capitale. A Milano cominciano a levarsi grida di protesta da parte del mondo politico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.