“Cara Varesenews”, un libro per le lettere al direttore

L’omaggio sarà dato a tutti coloro che parteciperanno martedì 21 ottobre alla serata “Il Paese degli scrittori” dedicata proprio ai lettori di Varesenews (posti prenotabili su www.villeponti.it)

“Siamo ovunque e siamo una comunità. Siamo persone che sgobbano parecchio, in alcuni casi, più della media. Scriviamo negli spazi di svago, nella pausa caffè, col portatile o i computer fissi dai luoghi più disparati, e scriviamo perché vogliamo partecipare”. È la lettera di A.D.B. che apre il libro “Cara Varesenews”, dedicato alla rubrica delle Lettere al direttore, che sarà regalato a tutti i partecipanti della serata “Il paese degli scrittori”, in programma il martedì 21 ottobre alle Ville Ponti di Varese (prenotazioni ancora disponibili su www.villeponti.it), nell’ambito dei 10 giorni di iniziative organizzati per inaugurare la nuova Sala Napoleonica.

Un libro dedicato ai lettori, a coloro che animano la rubrica tra le più lette di Varesenews. Negli ultimi due anni, dal maggio 2006 al settembre 2008, sono state pubblicate 12.118 lettere, negli ultimi 12 mesi le “vostre parole” hanno collezionato oltre un milione e mezzo di clic. “Cara Varesenews” è una selezione di queste lettere, tra le più interessanti, le più divertenti e le più cliccate. Un omaggio per tutti coloro che stanno costruendo Varesenews e che completa una serata, “Il paese degli scrittori”, interamente dedicata a questa rubrica.

Martedì sera, a partire dalle 21, si svolgerà quindi lo spettacolo basato proprio su questa selezione di lettere al direttore. Una lettura messa in scena dalla Compagnia Stabile del Teatro del Popolo della Fondazione Culturale di Gallarate, con intermezzi musicali dell’Alboran Trio, il gruppo jazz del musicista Paolo Paliaga. Lo spettacolo sarà inoltre anticipato da una degustazione di vini delle Cave di Moleto, a cura di Giuseppe Bottinelli.

A tutto si aggiunge il libro che Varesenews regalerà a tutti i partecipanti. “Siamo gente che lavora e che studia, che approfondisce, che si interroga e nel tempo dà risposte diverse ai medesimi quesiti, gente quindi dal pensiero fresco, aperto, evoluto – chiude la lettera di A.D.B. che apre il libro -. La testata non è bella solo perché siamo in tanti, è bella soprattutto perché siamo bravi. E non è un caso se siamo, tutti assieme, il più seguito giornale locale "on line" d’Italia”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.