Cardano al Campo tocca quota 14 mila abitanti

Non si ferma il trend di crescita demografica: 300 i nuovi residenti registrati a Cardano nel corso del 2008

Non si ferma il trend di crescita demografica del Comune di Cardano al Campo: sabato mattina (4 ottobre) si è toccata la quota di 14mila residenti. Un traguardo atteso, che conferma l’inarrestabile esplosione demografica del Comune, che negli ultimi mesi non sembra aver risentito più di tanto degli effetti del rallentamento nello sviluppo dell’aeroporto di Malpensa. Sono infatti ormai circa 300 i nuovi residenti registrati a Cardano nel corso del 2008, un dato che conferma sostanzialmente il trend dell’anno scorso, anche se rimane inferiore rispetto al “boom” del 2004, quando in un solo anno si registrò un aumento della popolazione di ben 470 unità. Rispetto al censimento Istat del 2001, quando fu verificata una popolazione pari a 12.084 residenti, in poco meno di sette anni sono già quasi duemila i nuovi cardanesi che abitano in paese, un aumento del 16%.

E, come ama ricordare il sindaco Mario Anastasio Aspesi, «quando un paese cresce, è come quando cresce un bambino. Non si può risparmiare sul sostegno, sugli alimenti, sugli investimenti e sull’educazione».

Significativo inolttre, nel quadro generale della crescita di Cardano, il dato riguardante gli stranieri residenti: sono 942, pari al 6,7% della popolazione, un dato importante anche se non raggiunge le percentuali di altre città della Lombardia. Interessante sezionare nei dettagli questo dato: gli stranieri residenti a Cardano provengono da ben 60 Paesi differenti e anche nel piccolo della nostra comunità vale la regola paretiana per cui il 20% spiega l’80%. Infatti poco meno dell’80% degli stranieri provengono da 12 paesi: nell’ordine, Albania (25%), Romania (15%), Marocco (13%) e poi Bangladesh, Sri Lanka, Senegal, Pakistan, Ecuador, Ucraina, Cina, Filippine e Brasile. «Rispetto alla dinamica di crescita violenta registratasi nel passato, la presenza di stranieri si è rallentata, anche se rimane significativa» spiega il sindaco Aspesi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.