Caso Englaro: attesa per la decisione della Corte d’Appello

Nelle prossime ore la decisione dei giudici di secondo grado sulla richiesta di sospendere la sentenza che autorizza a interrompere l'alimentazione forzata di Eluana

È l’ennesima giornata di verdetti per il caso Englaro. La Corte d’Appello di Milano è chiamata a decidere se la sentenza che autorizza a interrompere l’alimentazione e l’idratazione di Eluana, in stato vegetativo da più di 16 anni, sia o meno da sospendere.

La richiesta di sospensione dell’esecutività della sentenza era stata avanzata il 31 luglio scorso, dal sostituto procuratore generale di Milano, Maria Antonietta Pezza, che aveva presentato ricorso in Cassazione contro il decreto emesso il 9 luglio dalla Corte d’Appello di Milano, che autorizzava immediatamente la sospensione dell’alimentazione e dell’idratazione di Eluana attraverso il sondino nasogastrico. Il ricorso in Cassazione era accompagnato dalla richiesta di sospensione dell’esecutività del decreto: se infatti il sondino di Eluana fosse staccato prima della sentenza definitiva della Cassazione, nel caso in cui quest’ultima dichiarasse illegittima l’interruzione di alimentazione e idratazione, non ci sarebbe più alcuna possibilità di rimediare all’errore.

Sempre oggi è atteso anche il verdetto della Corte Costituzionale chiamata a pronunciarsi sull’ammissibilità del ricorso di Camera e Senato contro la Corte d’Appello di Milano, ricorso che solleva un conflitto di attribuzione tra poteri.

 

Ancora da definire, invece, i tempi della decisione della Cassazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.