Cherubino: «La soluzione per aiutare il PS mi lascia perplesso»

Sul problema del pronto soccorso, il primario ( dimissionario) della clinica ortopedica del Circolo sollecita un chiarimento politico

«L’ospedale deve correre in aiuto del suo Pronto soccorso? Sono scettico ma aspetto di conoscere esattamente il piano prima di esprimere un’opinione definitiva». Il professor Paolo Cherubino, primario dimissionario della clinica ortopedica e traumatologica dell’ospedale di Circolo, nutre alcuni dubbi di natura "medico legale": « Come posso assumermi la responsabilità per un paziente che non è nel mio reparto, sotto il mio diretto controllo? Vedo degli impedimenti oggettivi».

Al di là di come si risolverà l’attuale emergenza, per il primario e preside della facoltà universitaria, esiste un problema di fondo che deve avere una risposta politica: « Vorrei che si facesse chiarezza dal punto di vista politico sull’organizzazione di questo ospedale. O il Circolo è un ospedale che ha un pronto soccorso integrato o è un ospedale che dipende dal suo pronto soccorso. Solo quando si chiarirà il ruolo e la funzione di questo reparto si potrà capire come andranno curati i varesini e tutti gli altri pazienti che si rivolgono al Circolo perchè hanno fiducia nelle equipe medico-chirurgiche che qui lavorano».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.