Chierichetti: “Mancano i soldi, servizi a rischio”

Un grido di dolore anche dai servizi sociali: ma è la situazione generale a farsi davvero preoccupante

Se i lavori pubblici piangono miseria, non sono da meno i servizi sociali. Colpisce quanto detto oggi, sobriamente, dall’assessore competente Luigi Chierichetti, a latere della presentazione della giornata di iniziative per la famiglia prevista per questa domenica.

«Noi come assessorato investiamo risorse ingenti rispetto alle disponibilità» commentava Chierichetti, «ma il denaro a disposizione dei Comuni continua a diminuire, e se è per i chiari di luna che si sentono ultimamente, dovremo attenderci ulteriori diminuzioni».
«Ci troviamo in una situazione in cui crescono rapidamente le richieste d’intervento e sostegno mentre le disponibilità ristagnano, e un domani potranno diminuire. Abbiamo un numero crescente di anziani con difficoltà, di salute ed economiche, aumenta purtroppo, ed è un fatto, la conflittualità all’interno delle famiglie, con riflessi negativi soprattutto a carico dei minori. Noi intanto contiuiamo con l’impegno anche verso i disabili bisognosi di sostegno, da qualche tmepo c’è una seconda casa-famiglia i cui ospiti in maggioranza sono stati seguiti dal Comune». Se l’assessorato nel complesso fa (con inevitabili problemi, casi particolari, emergenze), il futuro appare grigio. Chierichetti è suo malgrado costretto a mettere le mani avanti: «Purtroppo in futuro non tutti i servizi attualmente erogati si potranno mantenere», ed è grave che lo debba dire. «In alternativa, sarà necessaria una qualche forma di compartecipazione economica degli utenti (sic! ndr).  Il volontariato, in una situazione simili, diventerà sempre più indispensabile, e già oggi ci è di grandissimo aiuto».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.