Ciclovarese indossa la maglia iridata

Il classico almanacco curato da Sergio Gianoli si trasforma in un volume di 200 pagine per raccontare nei dettaglia anche il Mondiale di casa nostra

Lo sforzo profuso prima e durante la settimana del Mondiale di ciclismo non poteva certo terminare con la “sparata” vincente di Alessandro Ballan. E così la Sunrise Media e Sergio Gianoli, rispettivamente editore di Varese Sport e giornalista di Gavirate che con un bel gruppo di collaboratori cura il sito Ciclovarese, si sono ridati appuntamento per pubblicare un bel volume presentato sabato scorso – 25 ottobre – in anteprima alle Ville Ponti, davanti a un pubblico che è raro vedere agli appuntamenti editoriali.

Così è nato “Ciclovarese Mondiale”, un libro di 200 pagine con la copertina rigida  che si presenta come un diario di Varese 2008 (e infatti è anche quello) ma che in realtà regala pure tante altre curiosità e informazioni per gli appassionati del pedale.
Certo il racconto, le voci, le opinioni, gli ordini di arrivo della settimana iridata occupa una bella fetta del volume, quella iniziale, e fa rivivere giorno dopo giorno le emozioni vissute al Cycling Stadium e sulle strade della Città Giardino. Un racconto che per la verità inizia con tre anni di anticipo, ovvero con l’assegnazione dei Mondiali a Varese, una scena che nel corso della presentazione è stata rivissuta con un filmato davvero storico proposto da Roberto Bof.

Il racconto del 2008 lascia poi spazio a quello degli altri mondiali di casa nostra, quelli non disputati nel ’39, quelli del ’51 vinti dall’elvetico Ferdy Kübler e quelli su pista ospitati al velodromo Ganna nel 1971 che videro tra gli altri il successo dell’enfant du pays Borgognoni.

Ciclovarese Mondiale però non perde le buone abitudini dei suoi predecessori, ovvero gli almanacchi Ciclovarese curati da due lustri dallo stesso Sergio Gianoli che permettono di ripercorrere pagina dopo pagina tutti gli eventi ciclistici della stagione, dagli appuntamenti con i professionisti fino alle gare delle categorie giovanili senza dimenticare albi d’oro e ordini di arrivo. Merce per palati fini, ma fondamentali in chiave storica per uno sport che spesso divora tutto quel che accade e si dimentica di mantenere le proprie testimonianze, come ha confermato anche il presidente della Binda Renzo Oldani, presente al vernissage.
Insomma, una testimonianza fresca e completa di un evento che rimarrà a lungo nella storia della nostra città, composto da un folto gruppo di collaboratori, molti dei quali giovani e alla prima, emozionante esperienza con l’editoria. E anche per questo, Ciclovarese Mondiale merita una menzione.

Ciclovarese Mondiale
Sergio Gianoli
Edizioni Sunrise Media, Varese 2008.
Pagg. 200, 25 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.