Clamoroso alla Resega, Ambrì travolgente nel derby

L'atteso confronto tra le ticinesi regala una gioia inattesa ai biancoblù: quaterna di Westrum e doppietta di Murovic

Clamoroso esito del primo derby stagionale in Lega Nazionale A svizzera: l’Ambrì Piotta sfavorito alla vigilia annienta il Lugano alla Resega con un 6-0 forse troppo pesante, ma meritato. Doveva essere la grande giornata di Hnat Domenichelli, bandiera biancoblù passata sull’altra sponda, è stata invece la gara di un altro ex, Murovic (due reti, la prima e la quarta) e soprattutto di Eric Westrum, autore di un favoloso poker.

Il primo tempo non faceva certo intuire la piega che avrebbe preso l’incontro, con il Lugano che schiacciava l’Ambrì, grazie a tre superiorità numeriche a inizio gara. Protagonista dell’avvio il portiere ospite Baumle, che manteneva lo 0-0 in un primo tempo sofferto dei biancoblù. Il Lugano riusciva anche a portarsi in vantaggio attorno al 12′, ma la rete di Pohl (in situazione di penalità differita) era annullata dall’arbitro e tramutata in semplice penalità contro i leventinesi. 
La vittoriosa resistenza del primo tempo infondeva coraggio nell’Ambrì, e la gara cambiava progressivamente canovaccio, con i leventinesi intraprendenti e il Lugano sfiduciato dagli sprechi (0/4 in superiorità alla prima pausa). Decisiva la gestione delle superiorità, con l’Ambrì più bravo a sfruttare le occasioni: al terzo powerplay la deviazione di Murovic su tiro di Kutlak dalla linea blu portava in vantaggio i leventinesi. La reazione bianconera portava a una grossa chance creata da Pohl e Thoresen. La sesta superiorità numerica dei bianconeri era il momento decisivo del derby: l’Ambrì, più lucido, infilzava il 2-0 in contropiede con Eric Westrum al 35′ e quattro minuti dopo un pasticcio della difesa di casa permetteva a Westrum di siglare il 3-0, poco prima del riposo.

Il tentativo luganese di riaprire la gara durava poco più di 2′, il tempo per Thoresen di creare un’occasione, prima della penalità di Conne, trasformata nel gol del 4-0 da Murovic (43’28”), bravo a sfruttare il lavoro di Westrum. Gara già decisa e finita per tutti a questo punto, ma non per il top scorer biancoblù, ancora a segno in inferiorità numerica al 46’28” (5-0) e poi in superiorità al 56’32”, per il definitivo 6-0. Il successo potrebbe essere la svolta stagionale per l’Ambrì Piotta, ottavo con 13 punti, mentre il Lugano (sesto a quota 18) termina così bruscamente la serie di quattro vittorie consecutive.

Lugano-Ambrì Piotta 0-6 (0-0; 0-3; 0-3)
Reti: Westrum 4 (35:32 sh, 39:03, 46:28 sh, 56:32 sn), Murovic 2 (25:15 sn, 43:28 sh).
Arbitro: Brent Reiber
Penalità: HCL 6×2 – HCAP 7×2. Spettatori: 7.348.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.