Cocaina nell’angioletto di ceramica: 4 arresti

I carabinieri hanno trovato un gruppo che vendeva droga a sud di Varese e nascondeva la merce in casa

Quattro arresti per droga, sventato uno spaccio di cocaina nella zona di Castiglione Olona, dopo un anno di indagini del nucleo investigativo dei carabinieri di Varese. I militari sono entrati in azione ieri mattina, eseguendo due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di G.O. varesino del 1977 che però si trova già in carcere in seguito a un altro arresto per droga.  E A.X. un albanese del 1979, sorpreso nella sua abitazione della zona Seprio con la convivente di 22 anni, S.A. italiana: in casa avevano 75 grammi di cocaina, sostanza da taglio, e altri arnesi per trattare cocaina. Parte della cocaina era tenuta nascosta dentro un angioletto di ceramica. Nella rete dei carabinieri è finita anche P.M. una donna di 23 anni che aveva acquistato ben 16 dosi di cocaina, l’accusa che le è valso l’arresto è ovviamente che fossero state comprate per rivedendole. L’indagine è iniziata con l’arresto di uno spacciatore del giugno 2007: i carabinieri, coadiuvati dal pm Raffaella Zappatini,  avevano poi seguito le tracce di due personaggi legati allo spaccio con pedinamenti e intercettazioni, e sono poi risalti ad altri assuntori. In totale sono state denunciate 12 persone. L’operazione è stata ribattezzata “Gas”, il soprannome dell’albanese arrestato.   

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.