Compra un’auto “acchiappamulte” e la brucia per la rabbia

Un 38enne è comparso davanti al giudice che lo ha assolto: non ha causato pericoli a terzi

Aveva comprato una macchina da un tossicodipendente, e naturalmente era una vettura che aveva un curriculum zeppo di infrazioni. La maledizione della macchina si era trasferita sul nuovo proprietario e così ogni volta che passava da un posto di blocco le forze dell’ordine alzavano la paletta. Una multa qua, qualche punto di patente in meno là.  Così, per l’esasperazione un 38enne prese una tanica di benzina e  il 10 febbraio del 2006 alle cinque di mattina diede fuoco alla macchina nel parcheggio del supermercato Gs di Casbeno, a pochi passi dal cimitero. L’uomo era stato persino arrestato anche se subito scarcerato e accusato di incendio. Oggi è comparso davanti al gup di Varese, ed è stato assolto: non aveva causato alcun pericolo a cose o persone. Si era solo rotto le scatole.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.