“Con le lettere al direttore va in scena l’anima di VareseNews”

Il direttore organizzativo della Fondazione Culturale di Gallarate, Adriano Gallina, presenta l'appuntamento di martedì 21 ottobre alle 21 a Ville Ponti (posti prenotabili on line a www.villeponti.it)

Un’idea nata da un amante di una delle rubriche più lette di VareseNews che prende vita e diventa teatro. Adriano Gallina, direttore organizzativo della Fondazione Culturale “1860 Gallarate città onlus” è un avido lettore di lettere al direttore ed ogni tanto interviene nei vari dibattiti che nascono da questa grande comunità: «Quando il direttore di VareseNews Marco Giovannelli mi ha coinvolto, proponendomi di collaborare per l’organizzazione della serata di martedì 21 ottobre a Ville Ponti (ingresso gratuito, posti prenotabili on line al sito www.villeponti.it), mi è subito venuta in mente la rubrica più amata e controversa del giornale – spiega Gallina -. L’ultima festa di VareseNews è stata dedicata ai lettori, sviluppare questo tema e dedicare la serata a chi partecipa e fa da “corrispondente” per il giornale mi sembra un’idea molto carina e stimolante». E così i giornalisti di VareseNews hanno scelto le lettere più interessanti, alcune divertenti, altre ricche di spunti di riflessione; poi con la supervisione di Adriano Gallina c’è stata un’ulteriore scrematura e ne è nata una selezione che verrà messa in scena dagli attori (due donne ed un uomo) della compagnia del Teatro del Popolo di Gallarate: «Le lettere al direttore sono fonte di dibattito, informazione, commenti, a volte contengono notizie al loro interno – commenta Gallina -. L’idea è quella di riprendere lo spirito delle lettere stesse, non nella loro interezza ma montate e assemblate con riferimenti continui tra i testi: un modo per far dialogare gli autori, spezzettando le lettere e ricostruendole in un contesto unico. Il senso di comunità verrà esaltato, ci saranno momenti seri e altri più divertenti: come nella rubrica stessa, nella quale si passa da dibattiti sulla Thyssen Krupp fino a infinite discussioni sulle cacche dei cani sui marciapiedi. Argomenti futili se si vuole, ma che per i lettori diventano fonte di dibattito e scambio di opinioni: cercheremo di rendere le caratteristiche di chi scrive, immaginando, come spesso accade mentre si legge, l’atteggiamento dello scrittore dal punto di vista psicologico». Sul palco ci sarà Sara Mignolli, direttrice della compagnia e della scuola del Teatro del Popolo, nata tre anni fa con il sostegno della Fondazione Culturale gallaratese: gli alunni sono una trentina ogni anno distribuiti sui tre corsi, mentre la compagnia è formata da 5/6 attori più la Mignolli stessa. «Sarà una serata divertente e allo stesso tempo interessante, i temi toccati dalla lettere che abbiamo scelto sono i più diversi – chiosa Gallina -. In più lo spettacolo sarà inframezzato dall’esibizione dell’Alboran Trio di Paolo Paliaga, un momento musicale tutto da gustare. Un’occasione da non perdere per godere a teatro della trasposizione dell’angolo più libero, confusionario, coinvolgente e fuggente di VareseNews».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.