Corso di Fotografia, prova superata dagli allievi

Esaurita la preparazione teorico-pratica, gli allievi si sono messi all'opera

Si è concluso il Corso di Fotografia per il 2008, con la prova sul campo degli allievi. Esaurita la preparazione teorico-pratica sviluppatasi in otto serate sotto la direzione di Salvatore Benvenga, Massimo Pinciroli e Roberto Stebini (al termine della quale è stato consegnato il tradizionale attestato di partecipazione), si è passati alla realizzazione di due esercizi pratici, di cui uno monotematico ad esclusiva cura degli allievi, l’altro consistente in una esercitazione guidata sotto la supervisione della direzione del corso e che ha occupato i partecipanti nella ripresa delle sculture presenti nel parco della Fondazione Pagani a Castellanza.

Trenta i partecipanti all’edizione del corso di fotografia 2008, a dimostrazione del notevole interesse ed entusiasmo che circonda la fotografia amatoriale. E’ stato necessario introdurre il numero chiuso per meglio realizzare l’obiettivo didattico di formazione quasi personalizzata con cui il Sestante mira a marcare le proprie iniziative a riguardo. 

I docenti a cui è stata affidata la conduzione del corso, affiancati per specifiche tematiche da Graziano Biscotti, Roberto Gernetti e Robert K. Rehman, vantano una lunga  esperienza sia fotografica che didattica ( a tal proposito andrebbero citate le collaborazioni da essi svolte per conto del Sestante nel Progetto Scuola Impresa concertato con la Fondazione Culturale). Salvatore Benvenga è anche l’autore del manuale di fotografia (dispensa didattica illustrata) che è stata fornita ad ogni allievo a complemento del percorso formativo. 

Pur nell’eterogenea preparazione di base, il gruppo degli allievi è stato guidato in modo armonico nella comprensione delle principali tecniche di base fotografica (ripresa, illuminazione), nella acquisizione dei principali metodologie della tecnica digitale anche nella fase di post-produzione e nell’analisi critica dell’immagine. 

A conferma della validità del metodo seguito e dei risultati raggiunti, agli allievi è stato chiesto di compilare sia un test di ingresso che un test di fine corso, dalla cui comparazione appare evidente come l’attività formativa abbia realmente inciso sulla capacità di meglio "vedere fotograficamente" e di meglio realizzare una ripresa fotografica per avvicinarsi ad un taglio "più professionale" dell’immagine.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.