“Dia sotto le stelle” per denunciare la violenza sulle donne

Venerdì 3 e sabato 4 ottobre grandi fotografi a Malpensafiere. Mostre di Salgado, Rigon, Lima, Bettini e fotografi Canon

Una sua fotografia è diventata la copertina del disco “Anime salve” (1996) di Fabrizio De André . I suoi scatti hanno immortalato l’ascesa del presidente brasiliano Lula. I suoi lavori sono stati  affiancati in una mostra a Macerata a quelle di Sebastiao Salgado.
Isabel Lima è nata a Belo Horizonte, in Brasile, ma da molti anni vive e lavora con successo in provincia di Varese. Il suo impegno artistico ha sempre coinciso con un forte impegno civile: fotografare per far pensare, per innescare dibattiti, per dare un senso di giustizia a un mondo che spesso lo smarrisce. Tra i suoi progetti più interessanti c’è quello dedicato alle donne che hanno subito violenza in famiglia, un viaggio 
“nella mostruosità” del mondo degli affetti.

 

Nella manifestazione  Diasottolestelle” che si terrà a Malpensa Fiere (Busto Arsizio) il 3 e 4 ottobre (venerdì dalle ore 20,30 alle ore 24. Sabato 4 ottobre dalle 15,30 alle 24) tra le mostre proposte (Salgado, Rigon, Bettini, fotografi Canon) ci sarà anche il progetto fotografico di Isabel Lima dedicato alla “Storia di Francesca”. Una vicenda realmente accaduta in Italia due anni fa e che ha coinvolto una donna, Francesca Baleani, sposata con un impresario teatrale di Macerata. I due erano separati, ma lui non accettava di vivere lontano da lei. L’ha picchiata fino a ridurla in fin di vita, l’ha messa in un sacco della spazzatura e infine buttata in un cassonetto dei rifiuti. I lamenti della donna hanno attirato dei passanti che l’hanno salvata da morte certa.

Questa terribile storia è diventata un progetto fotografico e una campagna che, come spiega Isabel Lima, vuole denunciare la violenza subita dalle donne in famiglia e scoperchiare un fenomeno sommerso dai numeri preoccupanti. «La violenza sulle donne in famiglia – dice la fotografa – è molto diffusa. Le denuncie per aggressioni, stupri, molestie e maltrattamenti sono oltre quattromila in un anno. Tra queste, 112 donne sono rimaste uccise. Il numero reale è agghiacciante oltre un milione di donne hanno subito maltrattamenti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.