Dieci anni di Malpensa: via alla festa

Domenica 26 ottobre momenti di svago, musica, cabaret e tanto altro per celebrare l'apertura dello scalo della brughiera

Domenica 26 ottobre Malpensa in festa. In occasione della ricorrenza dei dieci anni dall’apertura di Malpensa 2000, Sea desidera ricordare questo significativo momento con una grande festa in aeroporto coinvolgendo i passeggeri, gli abitanti del territorio, i dipendenti e i loro familiari, gli Enti e tutti coloro che vorranno festeggiare Malpensa. 

Nicola Savino e Debora Salvalaggio, con il sottofondo musicale della Bravo Band, daranno inizio alla manifestazione alle 13.45 e creeranno un legame costante tra le attività che si svolgeranno all’interno dell’aeroporto e gli interventi degli artisti che si susseguiranno sul palco tra cui i comici Massimo Bagnato e quelli del laboratorio di cabaret “Scaldasole” Gianluca De Angelis e Gianmarco Pozzoli. Nel corso della manifestazione si esibirà anche l’Orchestra Giovanile Studentesca della Provincia di Varese. Nicola Savino si collegherà in diretta con la trasmissione “Quelli che il calcio…” condotta da Simona Ventura.

Alle ore 16 vi sarà una spettacolare esibizione delle unità cinofile dei corpi della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza. Un altro protagonista che si muoverà tra i passeggeri in “simpatiche incursioni” sarà Dario Ballantini (alias G. Morandi e lo stilista Valentino). Dalle prime ore dell’alba di domenica verrà allestita l’area, vicina al palco, dove verrà collocata la padella più grande del mondo, entrata nel 1998 nel Guinnes mondiale dei primati. La maxi pentola, infatti, ha un diametro di 3,30 metri e un peso di 520 kg. Per la cottura del riso saranno impegnati 9 cuochi con lunghi remi che gireranno costantemente 180 Kg. di riso, 100 Kg. di salsiccia, 60 litri di vino, 50 Kg. di burro, 50 Kg. di formaggio e 50 Kg. di cipolla. Per il brodo verranno utilizzati 40 Kg. di carne e 15 Kg. di pollo. Gli ospiti potranno così gustare, durante la manifestazione, il famoso risotto della tradizione gallaratese.  

In tutta l’aerostazione verranno adibite diverse aree di svago e di gioco. I maggiori consorzi locali daranno il loro contributo alla manifestazione con degli stand dove sarà possibile degustare i prodotti tipici del territorio. Vi sarà inoltre uno stand dedicato a Telethon in quanto Sea, da quest’anno, è a fianco dell’organizzazione per sostenere la ricerca scientifica sulle malattie genetiche. 

Inoltre, sempre nell’area degli arrivi, ci sarà un laboratorio tutto dedicato ai bambini dove degli animatori proporranno giochi per svelare l’emozione del volo e delle leggi fisiche che lo governano: gravità e magnetismo. I bambini potranno realizzare 16 diversi modelli di aeroplani di carta, coloratissimi aquiloni ed esperimenti magnetici. Degli “animatori itineranti” utilizzeranno tecniche differenti per divertire i viaggiatori con micromagia, sculture di palloncini e bolle di sapone. La “Fanfara Burek”, allegra e pirotecnica, intratterrà gli ospiti con diversi generi musicali attraversando l’aeroporto.

Tutti i partecipanti potranno immortalare il ricordo di questo evento facendosi fotografare sul set fotografico, allestito per l’occasione, a fianco al logo dell’evento e ritirare al termine della festa la stampa della propria foto. A tutti verranno offerti pop corn, zucchero filato, vin brulé. Al termine della festa spettacolo finale con sorpresa e maxi torta con 10 candeline.

Per l’occasione Sea ha predisposto un parcheggio gratuito nell’area Cargo City con un servizio navetta per l’info point, situato nell’area arrivi vicino alla porta di ingresso numero 1 (dove si concentrerà la festa). Qui, gli ospiti, potranno ritirare il programma della manifestazione e prenotare le visite guidate sia per l’interno dell’aeroporto che per quella al Parco e Museo del Volo – Volandia. La prenotazione è obbligatoria. 

«Abbiamo voluto festeggiare i 10 anni di attività dell’aeroporto, – ha commentato il presidente e amministratore delegato di Sea Giuseppe Bonomi – nonostante Malpensa stia attraversando la crisi più grande della sua storia, perché siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto fino ad oggi. Questo momento di incontro più che celebrare un traguardo temporale vuole essere un riconoscimento agli sforzi che ognuno di noi ha profuso nel corso degli anni permettendo a Malpensa di diventare una tra le maggiori realtà aeroportuali d’Europa. L’augurio che noi tutti ci facciamo è che il nostro aeroporto ritorni presto ad essere il primo hub del Sud Europa».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.