“Dimissioni assessore Cattaneo: nessuna motivazione politica”

Il coordinatore cittadino di Forza Italia interviene sulla polemica innescata dall’opposizione e conferma il sostegno al sindaco Gilli. Apertura alla Lega Nord

“Le dimissioni dell’Assessore all’Urbanistica Renato Cattaneo non trovano alcuna motivazione di ordine politico”. A sgomberare il campo dalle polemiche aperte da altre forze politiche di minoranza, Socialisti, Lega Nord e Partito democratico, sulla possibili motivazioni non personali, alle dimissioni dell’assessore Cattaneo, si aggiunge Enzo Volontè, coordinatore cittadino di Forza Italia. “Per sua stessa ammissione, la scelta è stata esclusivamente personale e giustificata dagli impegni di lavoro che portano l’Arch. Cattaneo ad essere lontano da Saronno – spiega Volontè -. Crediamo di dover essere onorati di aver avuto un Assessore dotato di grande senso di responsabilità: non è da tutti saper rinunciare ad un incarico prestigioso, almeno sotto il profilo personale, a fronte della consapevolezza di non poter avere più il modo e il tempo per riuscire ad affrontare le incombenze che tale incarico comporta in modo soddisfacente”.

Dopo le dimissioni il Sindaco Gilli ha avocato a sé la delega dell’urbanistica: “Ritengo di dover esprimere la massima condivisione alla decisione di Gilli: a pochi mesi dalla scadenza dell’attuale tornata amministrativa, parrebbe davvero forzata la nomina di un nuovo assessore, che dovrebbe spendere parte considerevole del tempo per aggiornarsi sulle tematiche urbanistiche già in corso e che non avrebbe assolutamente il tempo per programmare nuove iniziative urbanistiche che, ben sappiamo, necessitano sempre di tempi di gestazione considerevoli: qualunque iniziativa particolarmente tempestiva che potesse essere proposta non potrebbe essere accreditata al suo operato, ma alla evoluzione di processi già in corso”.

Tematica importante per Forza Italia è proprio la costituzione del Piano di governo del territorio (Pgt): “Abbiamo anche la consapevolezza che lo studio del nuovo PGT debba necessariamente essere condiviso – prosegue il coordinatore degli azzurri -, nelle sue tappe fondamentali, non solo dalla maggioranza politica, alla quale indubbiamente spetta, per mandato elettorale, il compito (e il dovere) di governare la città e di individuare le sue linee di sviluppo, ma anche da tutte quelle forze politiche e da quelle realtà sociali presenti in città, che riterranno di poter dare un apporto positivo al progetto della  Saronno che verrà, non trascurando peraltro il prezioso contributo dei singoli cittadini che devono esercitare il diritto di conoscere e di apportare idee per il bene comune. In questa ottica riteniamo sin d’ora di dover esprimere un significativo apprezzamento per la disponibilità dimostrata dalla Lega Nord saronnese, con la quale già si è aperto un tavolo di confronto e  di dialogo, peraltro fortemente voluto dall’attuale segreteria di Forza Italia, che ha portato a condividere le idee sopra espresse e che sicuramente porterà ad affrontare i temi del PGT (ma non solo quelli) in un’ottica di sincera e leale collaborazione per il bene di Saronno e di tutti i suoi cittadini”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.