Droga dal sudamerica, Gdf e Dogane ne sequestrano 20 chili

La cocaina, ridotta in sottili lamine intrise di profumo, era nascosta nelle intercapedini di alcuni pannelli di legno, parte di un mobile da montare

Ancora droga dal Sudamerica. I finanzieri del gruppo Malpensa e i funzionari delle Dogane hanno sequestrato oltre 20 chilogrammi di cocaina, nascosti all’interno di alcuni pannelli di un mobile da montare arrivato dall’Argentina. A distanza di pochi giorni dal sequestro di 11 kg di coca nascosti in una sella per cavalli, gli uomini della Guardia di Finanza e i funzionari delle Dogane di Malpensa hanno portato a compimento un’ulteriore operazione, individuando in una spedizione proveniente dallo stesso stato sudamericano un’ingente partita di droga trovata grazie all’intuito dei militari operanti con l’ausilio di un’unità cinofila. La coca era stata nascosta in un’esile intercapedine cartacea e compressa in modo da formare una lamina sottile. Il “laminato” di cocaina, tramite una semplice lavorazione, effettuabile senza ricorrere a processi chimici o a strumenti sofisticati, ma solo sciogliendolo in acqua ed essiccandolo, sarebbe stato facilmente trasformato nella classica polvere bianca, da spacciare in dosi, secondo i metodi tradizionalmente usati dai venditori di stupefacenti. Un altro particolare sta nel fatto che lo stupefacente era stato intriso di essenze profumate, probabilmente per sviare o confondere il fiuto dei cani antidroga. Il “trucco” del profumo però è riuscito solo in parte: se infatti i cani non si sono accorti subito del contenuto del contenitore, gli uomini della Gdf e i funzionari delle Dogane di Malpensa si sono invece insospettiti per l’eccessivo peso del legno e per alcuni difetti di fabbricazione dello stesso. La droga sequestrata, se fosse stata spacciata sul mercato, avrebbe potuto fruttare alle organizzazioni criminali non meno di 15 milioni di euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.