Due grandi inviati speciali al Premio Chiara

Ettore Mo e Andrea Purgatori ospiti questa sera a Villa Recalcati (inizio ore 21) discuteranno sul tema: «Noi viaggiatori...per raccontare»

«Solo in viaggio un reporter si sente se stesso, a casa sua». Questa frase di Ryszard Kapuscinski racchiude il senso del raccontare e del viaggiare dei grandi inviati, giornalisti che raccontano il mondo al resto del mondo. Questa sera, giovedì 16 ottobre, alle 21 a Villa Recalcati saranno ospiti del Premio Chiara Festival del racconto due grandi inviati speciali: Ettore Mo  e Andrea Purgatori.

Ettore Mo (foto) ha raccontato sulle pagine del “Corriere della Sera” praticamente in presa diretta le grandi crisi mondiali e i conflitti degli ultimi 30 anni: dall’Afghanistan  all’ex Jugoslavia, dalla Cecenia al Perù, passando per i vari «inferni» africani. Il suo è stato un inizio romantico, prima di approdare alla redazione londinese del “Corriere della Sera” ha lavorato come «sguattero» su una nave mercantile britannica, ha fatto il cameriere a Parigi, il barista nelle isole della Manica, il bibliotecario ad Amburgo. I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo.

Andrea Purgatori per 25 anni inviato speciale del “Corriere della Sera” ha raccontato alcuni dei fatti più inquietanti dell’Italia contemporanea a partire dalla strage di Ustica, dove persero la vita 81 persone che viaggiavano a bordo di un Dc9 dell’Itavia. Si è occupato anche di terrorismo (delitto Moro), dei conflitti in Libano (1982), dello scontro Iran/Iraq (1984/1988), della Guerra del Golfo (1991), delle rivolte in Tunisia ed Algeria. Purgatori scrive anche per la televisione e il cinema.  È stato coautore del film  “Il muro di gomma”, ispirato alla strage di Ustica, diretto dal regista Marco Risi, della “Piovra 5”, del  “Giudice ragazzino”, la storia del giudice Rosario Livatino, assassinato dalla mafia siciliana.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.