È la Lombardia la regione più multietnica d’Italia

Presentato il Dossier statistico immigrazione 2008 di Caritas Italiana e Fondazione Migrantes

La Lombardia si conferma la prima regione italiana per presenza di immigrati regolari. E la provincia di Milano diventa la prima provincia in Italia, superando quella di Roma. In regione, i romeni balzano dal terzo al primo posto tra le comunità etniche più numerose. Cresce anche il numero degli alunni extracomunitari. Nelle scuole della Lombardia ormai un bambino su 10 è straniero, il doppio rispetto alla media italiana.
Sono questi gli aspetti più salienti che emergono dall’analisi dei dati regionali del Dossier statistico immigrazione 2008 di Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, presentato oggi a Milano. Con 953 mila cittadini stranieri, il 23,9% del totale nazionale, anche nel 2007 la Lombardia è la prima regione italiana per numero di immigrati regolarmente soggiornanti.
L’etnia più rappresentata diventa quella romena (95.698), grazie ad un incremento del 70 per cento, effetto evidente dell’ingresso della Romania nell’Unione europea il primo gennaio del 2007. L’afflusso di cittadini romeni riguarda tuttavia più le province lombarde che il capoluogo dove mantengono il loro primato i filippini (28.020 pari al 15,9 per cento) seguiti da egiziani (22.946, 13 per cento), cinesi (14.723, 8,4 per cento), peruviani (14.063, 85) ed ecuadoregni (12.343, 7 per cento).
Considerevole è anche la crescita degli alunni stranieri nelle scuole lombarde, le più multietniche d’Italia. Sebbene, infatti, negli ultimi 18 anni in Lombardia l’aumento della popolazione scolastica non di origine italiana sia cresciuta meno che nel
resto del Paese, dove è quadruplicata arrivando a 572.621 individui, è proprio la Lombardia ad avere nelle proprie classi il maggiore numero di figli di immigrati (137.444). Se, infatti, oggi in Italia circa un alunno su 20 non ha la cittadinanza italiana, nella nostra regione uno su 10 è di origine straniera.
Significativo il caso di Mantova che con il 15,4% rappresenta la provincia con l’incidenza di studenti stranieri, rispetto al totale della popolazione scolastica, più alta in Italia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.