Firmato il decreto che crea la società dell’Expo

Il presidente del Consiglio ha firmato il provvedimento che istituisce la società di gestione dell'Esposizione internazionale di Milano dopo le sollecitazioni da Parigi

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha firmato ieri sera, 22 ottobre 2008, il decreto che istituisce la società di gestione di Expo 2015, l’esposizione universale che Milano ospiterà tra sette anni e i cui preparativi erano a rischio senza la firma del governo. Con il decreto «si procede all’istituzione degli organismi per la gestione delle attività connesse allo svolgimento del ‘grande evento’ Expo Milano 2015» si legge nel comunicato di Palazzo Chigi che l’ha reso noto.

Il decreto, definito dopo aver sentito il Presidente della Regione Lombardia, il Presidente della Provincia di Milano e il Sindaco di Milano, e’ in corso di registrazione presso l’ufficio di Bilancio della Presidenza del Consiglio e verra’ poi trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione prevista dalla Legge, come precisa la stessa nota. Che continua «La firma di ieri sera attua pienamente l’impegno preso dal Presidente Berlusconi con il Bureau International des Expositions (BIE) di dare completezza all’organizzazione dell’Expo Milano 2015 entro la fine del corrente mese di ottobre». Proprio ieri il presidente del Bie di Parigi, che assegna l’evento, aveva sollecitato il governo italiano a fare presto, per evitare seri problemi.

Tra le prime reazioni alla notizia, quella del presidente della provincia di Milano: «Finalmente la vicenda si è conclusa, ragioneremo poi sullo scenario che si sta delineando – ha commentato Filippo Penati – Considero positivo che da un amministratore unico si sia arrivati ad un assetto che, sulla carta, garantisce maggiore collegialità nelle scelte legate a Expo 2015. Ora siamo rientrati nella normalità e si è conclusa una vicenda di incertezza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.