Frode fiscale da 18 milioni di euro, denunciato un imprenditore

Vasta operazione della Guardia di Finanza: scoperta una maxi evasione tra l'Italia e il Canton Ticino tra il 2002 e il 2007. L'uomo denunciato e i beni sequestrati

Vasta operazione della Guardia di Finanza di Busto Arsizio. Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno scoperto una maxi evasione fiscale: il responsabile è stato trovato a seguito di una complessa indagine di polizia tributaria. Si tratta di un cittadino italiano residente in Svizzera, titolare di una azienda individuale, operante nel settore della fabbricazione delle macchine utensili (torni per la lavorazione del legno e dei metalli, seghe circolari, aspiratori e macchine plurifunzionali), che avrebbe evaso circa 18 milioni di euro tra il 2002 e il 2007.

La frode fiscale è stata perpetrata tramite artifici contabili, volti a dissimulare l’effettivo valore dei beni commercializzati, nonchè con l’omessa redazione dell’inventario alla fine di ciascun esercizio e con vendite “in nero”. Alla consistente evasione fiscale hanno contribuito anche compiacenti soggetti economici svizzeri, della zona del Canton Ticino. I proventi dell’evasione fiscale sono stati, per una quota, reinvestiti nell’acquisto di immobili sul territorio nazionale, effettuati in alcuni casi avvalendosi di prestanome. L’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria per occultamento di scritture e documenti contabili nonchè per omessa ed infedele dichiarazione. Considerato il rilevante ammontare complessivo dei redditi non dichiarati e delle imposte evase, è stata anche proposta al competente ufficio finanziario l’applicazione di misure cautelari su beni immobili riconducibili all’azienda verificata, a garanzia del credito erariale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.