Fronte Nord Lombardia autonoma fustiga la Lega

Gazebo in piazza e contestazioni al Carroccio dai seguaci di Max Ferrari: "Le ronde padane? Giusto in tempo per Halloween"

Sabato 25 ottobre la sezione bustocca del Fronte Nord – Lombardia Autonoma è scesa in piazza S. Maria con un gazebo per, parole sue, "sensibilizzare i cittadini contro la politica spendacciona del governo che regala soldi al Sud, 500 Milioni a Roma Capitale, 140 milioni a Catania, lasciando a secco i comuni virtuosi del Nord e tagliando i fondi per la scuola".

Per gli autonomisti, ex costola della Lega, si tratta di una "bella operazione di federalismo fiscal-solidal-meridionale", cui "si somma sul nostro territorio l’iniziativa fumosa della Lega Nostrana che in occasione delle feste di Halloween riesuma dagli anni Novanta le Ronde Padane per ridarsi un minimo di visibilità sul territorio".

Gli autonomisti avvertono che "i cittadini (…) alla lunga si accorgerebbero di essere di fronte all’ennesima sparata propagandistica", anche perchè "un’operazione del genere richiede organizzazione, competenza, formazione degli operatori e concertazione con le forze dell’ordine. E poi con quali fondi si finanziano? Chiederanno un prestito alla CrediNord?"

Un’iniziativa "dilettantistica", per questi critici "da destra" della Lega, che "darebbe solo una sensazione di falsa sicurezza sul territorio".

La polemica si avvita quindi sulle scelte governative e su alcuni cortocircuiti fra dichiarazioni e realtà percepita. "Ma le ronde padane dov’erano quando nel mese di agosto arrivava la monnezza di Napoli in Lombardia come pegno da pagare in nome del federalismo? Il Ministro Maroni ha definito la provincia di Varese tra le più sicure e ben presidiate dalle forze dell’ordine in tutto il paese. Che senso hanno le ronde?" La ricetta proposta in alternativa al federalismo delle destre berlusconiane è quella cara agli autonomisti di Max Ferrari: Lombardia a Statuto speciale e province autonome.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.