Giornata del risparmio, le Poste incontrano i giovani

Tassi di interesse in aumento sui libretti di risparmio a partire dal 1° novembre. In Lombardia sono 2.327.954 libretti di risparmio postale

Poste Italiane in occasione della Giornata mondiale del risparmio organizza eventi e incontri informativi con studenti e cittadini per parlare del valore del risparmio e della sua importanza nel sistema economico e sociale nazionale. E’ questa anche l’occasione  per presentare l’aumento dei tassi sui libretti di risparmio ordinari il cui rendimento passa al 2.20% a partire da 1° novembre. Aumenta anche il rendimento sui libretti  dedicati ai più giovani: il tasso di interesse dei libretti dedicati ai minori passerà infatti dall’attuale 2,65% al 2,85%. Il Libretto di risparmio ordinario è tuttora uno degli strumenti più diffusi e consolidati di investimento.

A Varese e nella provincia sono attivi 275.234 libretti postali.

Su tutto il territorio nazionale si stanno svolgendo  in questi giorni incontri nelle scuole e negli uffici postali per educare i più giovani al risparmio. Poste Italiane ha incontrato oggi a Varese gli studenti dell’Istituto Professionale Statale “Luigi Einaudi” presso l’ufficio di viale Milano, 11 e a Busto Arsizio gli studenti delle Scuole Medie Inferiori “Bossi” e “Bellotti” presso l’ufficio di Via Mazzini, 9. Mercoledì 29 ottobre si era invece già svolto un incontro a Gallarate, presso l’ufficio di Via Vespucci 9, che ha coinvolto gli studenti della Scuola Media “Ponti”.

“Anche quest’anno  – spiegano il Direttore della Filiale di Varese Nicola Crocé e della Filiale di Busto Arsizio Maria Carla Brunori – ha visto  aumentare lo storico legame tra Poste Italiane e i risparmiatori. Fin dalla sua nascita, Poste Italiane ha educato e stimolato gli italiani a credere nel valore del risparmio mettendo da subito a disposizione dei cittadini strumenti sicuri e affidabili. Primo fra tutti il libretto di risparmio nato nel lontano 1875, che oggi ha raggiunto il numero di oltre 25milioni. In pratica un italiano su tre è titolare di un libretto.  La raccolta di risorse – concludono Crocé e Brunori – è  per la nostra economia una grande leva per favorire gli investimenti e lo sviluppo economico e sociale, un elemento di stabilità che proprio oggi  dimostra tutta la sua  importanza per la tenuta del sistema economico”.

Quest’ anno la Cassa Depositi e Prestiti premierà con maggiori rendimenti chi utilizza il libretto postale come vera e propria forma di risparmio. Alla fine del 2008, infatti, i libretti nominativi ordinari la cui giacenza media abbia superato di oltre il 35% la giacenza media del 2007, saranno premiati con il passaggio alla classe di rendimento “Oro” che prevede un aumento del tasso di interesse vigente dello 0,50%. Per ottenere l’applicazione del tasso di rendimento “Oro” anche per gli anni successivi al 2008, sarà sufficiente incrementare la giacenza media del 35% durante ogni anno. L’iniziativa è valida per tutti i libretti in essere e per quelli aperti entro il 31 marzo di ogni anno.

A rendere più redditizio il libretto di risparmio è l’assenza dell’imposta di bollo, di spese e commissioni di apertura, di chiusura, di gestione e di rinnovo. Sono inoltre disponibili anche tre libretti speciali riservati alle generazioni più giovani: “Io cresco”, per bambini da zero a 12 anni, “Io conosco”, per i ragazzi dai 12 ai 14 anni, “Io capisco”, dai 14 ai 18 anni, per sostenere i ragazzi dalla loro nascita fino a tutto il loro percorso di formazione scolastica.

Oltre ad essere un affidabile strumento di risparmio, il libretto postale costituisce una valida soluzione per rispondere alle esigenze di sicurezza, tranquillità e comodità anche per i pensionati. Richiedendo l’accredito della pensione sul proprio libretto postale, i pensionati potranno infatti evitare di recarsi all’ufficio postale nei giorni prestabiliti e ritirare volta per volta le somme necessarie in tutti i 14 mila uffici postali  senza  i rischi derivanti dall’ avere contanti. La pensione accreditata sul libretto diventa inoltre remunerativa fruttando interessi sin dal primo giorno di accredito. Il servizio di accredito è gratuito

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.