Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate

Le celebrazioni in città si terranno domenica 2 novembre

Si svolgeranno domenica 2 novembre, le manifestazioni per ricordare la “Giornata dell’unità Nazionale e delle Forze Armate”.

Questo il programma:

alle ore 9.30 – Parco delle Rimembranze: cerimonia dell’alzabandiera e deposizione corone sulla tomba del “Milite Ignoto”;

alle ore 9.45 – Cimitero Principale: deposizione fiori e corone sulla tomba del S.T. Ugo Mara (a cura del Presidio Militare), al Sacrario ai Caduti e al Monumento agli Eroi della Libertà; seguirà la deposizione di corone al Cimitero di Sacconago e alla Cripta ai Caduti di Borsano;

alle ore 11.00 – Tempio Civico S. Anna: S. Messa commemorativa. Deposizione corone al Tempio Civico e al Monumento alla Resistenza e Deportazione.

Corteo: via Fratelli d’Italia, piazza Garibaldi, via Milano, piazza S. Giovanni, via Tettamanti;

alle ore 12.00 – Piazza Vittorio Emanuele II: deposizione corone e Onori ai Caduti;

alle ore 16.30 – Parco delle Rimembranze: cerimonia dell’ammainabandiera.

Alle ore 9.15 di domenica sarà a disposizione un autobus che dal palazzo municipale (lato Viale Duca D’Aosta) trasporterà le delegazioni ai cimiteri cittadini.

Inoltre, martedì 4 novembre:

  • alle ore 20.30 nella Chiesa Parrocchiale S. Croce: S. Messa commemorativa dei Caduti, a cura dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci.

  • Conferimento alla città di Busto Arsizio del titolo di “Socio d’onore” dell’Istituto Nastro Azzurro.

Come si ricorderà, la proposta dell’iscrizione della Città nel Ruolo d’Onore Nazionale dell’Istituto del Nastro Azzurro era stata avanzata qualche mese fa dalla sezione di Busto della Federazione dell’Istituto del Nastro Azzurro, associazione che dal 1928 riunisce i combattenti decorati al valor militare. Essendo infatti la città decorata di medaglia di bronzo al valor militare aveva tutti i requisiti per poter far parte del gruppo di città e di province iscritte all’Albo d’Oro. Come recita infatti l’articolo 5 dello statuto dell’Istituto, “possono essere nominati “soci d’onore” … i Comuni decorati al valor militare per fatti di guerra.” Busto ottenne la medaglia di bronzo il 9 aprile 1979 per essere stata centro propulsore della lotta partigiana nel nord-Italia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.